Abbattuto il pino dell'ex Caserma Rossani, Wwf: "Non mantenuta la parola data"

 

Gli appelli per salvarlo si erano rincorsi da settimane, da quando si era sparsa la voce che era in programma il suo abbattimento. Incubo per le associazioni ambientaliste locali, tra cui il circolo Wwf Levante Adriatico, che questa mattina è diventato realtà: gli operai hanno tagliato il tronco dell'albero ad alto fusto all'interno del cantiere su cui sorgerà la nuova sede dell'Accademia delle Belle Arti e del Polo bibliotecario regionale. (Fonte video: pagina Fb Wwf Levante Adriatico)

Screen Shot 06-05-19 at 02.34 PM (2)-4

Gli avevano persino dato un nome: Sabino Rossani, al quale oggi hanno dato l'ultimo saluto. "Addio Sabino Rossani! Alla fine ti hanno ucciso. Grazie a tutti gli amministratori che non hanno mantenuto la parola data" il messaggio apparso sulla pagina Facebook di Wwf Levante Adriatico.

La risposta del Comune: "Era a rischio caduta"

A fronte delle numerose rimostranze dei cittadini sui social, attraverso la pagina Fb del sindaco Decaro è arrivata la risposta del Comune: "Purtroppo in fase di cantiere, qualche giorno fa, i tecnici comunali e dell'impresa hanno rilevato una serie di gravi criticità che rendevano quell'albero molto pericoloso e a rischio caduta, soprattutto a seguito del prossimo abbattimento del muro su via de Bellis - spiegano da Palazzo di Città - L'albero infatti presentava un apparato radicale più superficiale del previsto ed era sostanzialmente precariamente mantenuto in piedi grazie al muro di confine. Il Comune non ha alcun interesse ad espiantare gli alberi, specie se presenti in un futuro parco. Il Comune ha però il dovere di intervenire preventivamente in presenza di situazione di pericolo per tutelare l'incolumità delle persone. Abbiamo fatto il possibile, come facciamo sempre, perché gli alberi fossero tutelati, ma non si può mettere a rischio la vita dei cittadini. Le possiamo garantire che dispiace anche a noi, così come possiamo assicurare che presto in quell'area saranno piantumati oltre 300 alberi". 
 

Potrebbe Interessarti

  • VIDEO | Il nubifragio si abbatte su Bari e la Condotta Matteotti tracima: liquami in mare

  • VIDEO | Maltempo nella provincia, a Sannicandro strade come fiumi dopo l'acquazzone

  • VIDEO | Monopoli, la grandinata si abbatte sul cortile condominiale: "Chicchi enormi"

  • VIDEO | Carlo Verdone presenta il suo film girato in Puglia: "Luigi De Laurentiis mi aveva parlato molto bene di Bari"

Torna su
BariToday è in caricamento