Emergenza caldo in città, al via il piano di assistenza per i soggetti fragili: "Supporto dal nuovo centro antiviolenza"

Ieri l'incontro in Comune con i rappresentanti del Welfare cittadino. Novità dell'estate 2018 è il supporto di un centro antiviolenza e l'uso di equipe sociali mobili per interventi sul posto

Ritorna a farsi sentire l'emergenza caldo in città e il Comune di Bari si mette all'opera per assistere le fasce più deboli, ovvero anziani e persone fragili. Ieri mattina, a Palazzo di Città, si è tenuto un incontro tecnico organizzativo coordinato dall’assessorato al Welfare per la definizione e la programmazione degli interventi da applicare durante il periodo estivo e nelle giornate con le maggiori ondate di calore.

Gli interventi in programma

Come ogni anno, il tavolo, cui hanno partecipato oltre 30 realtà tra istituzioni pubbliche e private, associazioni del volontariato laico e cattolico e del privato sociale, si occuperà di predisporre un piano che offra informazioni sui servizi utili da contattare in caso di emergenza e attività aggiuntive in grado di supportare chi si trovi in difficoltà e in condizioni di solitudine nella stagione estiva. La base di partenza di tutto il lavoro è costituita da una serie di azioni e prestazioni già attivate e sperimentate con successo negli ultimi anni, come il monitoraggio telefonico e la consegna a domicilio dei pasti - entrambi servizi rivolti agli anziani soli - le unità di strada nelle ore serali, il coordinamento delle mense e dei presidi sociali in modo da garantire h 24 consulenze, ascolto e distribuzione di alimenti e indumenti, oltre la possibilità di usufruire dei servizi igienici.

Per l'estate 2018 la rete di assistenza si avvarrà anche di un nuovo centro antiviolenza, avviato dall’assessorato al Welfare, attraverso l’attivazione di un numero per le emergenze e, soprattutto, la costituzione di equipe sociali itineranti in caso di segnalazioni o richieste di intervento sul posto.

Oltre 1800 chiamate al Telefono Amico la scorsa estate

“Il piano, reso possibile grazie al lavoro straordinario della rete del welfare cittadino - ha spiegato l'assessore - consente ogni anno a migliaia di persone di affrontare la stagione più calda con maggiore serenità. La scorsa estate, ad esempio, abbiamo ricevuto oltre 1.800 chiamate al Telefono amico, che offre ascolto e supporto nei momenti di bisogno, inserito più di 1.000 persone anziane nel nostro programma di monitoraggio quotidiano e distribuito più di 200 pasti a domicilio ad anziani in particolare stato di disagio economico e quasi 6.500 pasti presso il centro diurno comunale Area 51. Numeri importanti che, peraltro, hanno segnato una flessione rispetto all’anno precedente per quanto riguarda le diverse segnalazioni di emergenze. ”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Getta mobili e ingombranti per la strada, scoperto grazie ai cittadini della zona: multato 'sporcaccione' al Libertà

  • Cronaca

    Caos Palagiustizia, il sopralluogo dei penalisti nel palazzo ex Telecom: "Giustizia ancora frammentata"

  • Sport

    SSC Bari: la gara di Marsala anticipata di mezz'ora. Abbonamenti: c'è tempo fino al 28

  • Attualità

    Voglia di spaccare tutto? Nel Barese la prima 'rage room' del Sud Italia: "Mezz'ora di distruzione liberatoria"

I più letti della settimana

  • Auto fuori strada sulla provinciale 231: morti due giovani, gravi altri due amici

  • Scoppia incendio in un negozio a Carrassi: fumo per strada e traffico in tilt

  • Libertà, rissa in strada in via Crispi: arrivano polizia e carabinieri

  • Lascia l'auto al Park&Ride, al ritorno non la ritrova: furto nel parcheggio di Largo 2 Giugno

  • In casa 200mila euro in contanti: sequestrato 'tesoretto' ai familiari del boss

  • Voglia di spaccare tutto? Nel Barese la prima 'rage room' del Sud Italia: "Mezz'ora di distruzione liberatoria"

Torna su
BariToday è in caricamento