Il BGeek raddoppia e si trasferisce alla Fiera del Levante: "Evento di punta della primavera barese"

Tutto pronto per la settima edizione della rassegna di fumetti, cosplayer, gaming e youtuber che lascia il PalaFlorio per sbarcare nel quartiere fieristico: tanti ospiti e numerose novità per puntare a battere il record di 18mila visitatori stabilito lo scorso anno

Spazi a disposizione praticamente raddoppiati, espositori confermati ed entusiasti di venire a Bari, nuove aree per food, kid e Japan, per "rendere il divertimento ancora più grande". Mai come quest'anno calza a pennello lo slogan degli organizzatori del BGeek, la fiera che da 7 edizioni fa di Bari una delle capitali del Sud per i fumetti, videogiochi, cosplayer, youtuber, e tutto quanto ruota nel mondo 'nerd' per eccellenza, sempre più diffuso tra i ragazzi e i 'meno giovani'.  Dopo la 'fase' PalaFlorio, durata per qualche anno, il 2018 coincide con il grande salto e il trasferimento alla Fiera del Levante. Una svolta resa possibile grazie alla collaborazione con i nuovi gestori dell'Ente che si tradurrà in 9mila mq di aree dedicate, con altrettante in esterna. Nei padiglioni 18 e 20 troveranno posto gaming, giochi da tavolo, stand commerciali e numerose altre attività. Fuori, invece, sarà allestito un grande palco sul quale si alterneranno concerti (in arrivo Folkabbestia e Stelle di Hokuto) e performance. Lunga la lista degli ospiti, capitata da due disegnatori di fama mondiale: il giapponese Masami Suda, capo animatore, tra gli altri titoli, di Ken il Guerriero, Gatchaman e Pokemon 2000, tra i padri fondatori dell'anime contemporaneo, e il brasiliano Rafael Albuquerque, disegnatore di Batman e Batgirl, tra gli artisti di punta della Dc Comics.

"BGeek appuntamento fisso della primavera barese"

La lista delle novità, rese possibili dall'ampliamento degli spazi, vedrà uno spazio dedicato ai bambini per cimentarsi con lego e disegni, una zona per gli amanti della cultura giapponese e numerosi stand di street food locale con birrifici artigianali: "Stiamo cercando  - spiega Francesco Monterisi, presidente del BGeek - di diventare un appuntamento fisso della primavera barese. Il nostro territorio, in questo particolare momento della stagione, è enormemente apprezzato, in particolare dagli ospiti stranieri. Siamo avvantaggiati perché una data come questa, a inizio giugno, in Puglia, offre possibilità di riscontro dell'estero. Gli autori giapponesi e internazionali che ospiteremo sono entusiasti di venire qui e godersi le bellezze della nostra regione".

Uno sguardo sul futuro

Le aspettative per il 2018 sono positive e si punta a confermare (e ritoccare verso l'alto) la quota di 18mila presenze registrata lo scorso anno: "I nuovi spazi - aggiunge Monterisi - ci aiuteranno parecchio. Le prospettive sono quelle di crescere edizione dopo edizione. Ci stiamo facendo conoscere anche nella rete di eventi simili sparsi per l'Europa. Abbiamo stretto gemellaggi con le fiere Arf di Roma ed EpicCon di Münster (Germania) e ciò può voler dire più collaborazioni e interesse. La passione ci spinge a ricercare sempre nuove cose, contenuti accattivanti e formule innovative per il nostro pubblico" che attende di riempire i padiglioni della Fiera del Levante con colori ed entusiasmo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento