Tirocini con i Cantieri di Cittadinanza, avviati i primi 36 progetti: "Quattrocento euro al mese per un semestre"

Quattordici le aziende ospitanti, 13 delle quali nel comune di Bari e una a Modugno, attive in numerosi settori, tra cui ristorazione, assistenza alle persone, manutenzione del verde, pulizie, logistica e segreteria

Hanno preso il via da alcuni giorni i primi 36 tirocini lavorativi per altrettanti beneficiari del Rei, denominati 'Cantieri di Cittadinanza 2.0' che per i prossimi 6 mesi saranno retribuiti con 400 euro mensili (in aggiunta alle agevolazioni previste dalla carta Rei). Quattordici le aziende ospitanti, 13 delle quali nel comune di Bari e una a Modugno, attive in numerosi settori, tra cui ristorazione, assistenza alle persone, manutenzione del verde, pulizie, logistica e segreteria. Il progetto, finanziato con 1,3 milioni di euro, attivo per tutto il 2019, prevederà 1240 tirocini da attivare, per 340 aziende disponibili.

“L’obiettivo di questa nuova formula di cantieri - commenta l'assessore Paola Romano - è quella di dare alle persone con reddito inferiore ai 6mila euro, a prescindere dall’età, un’occasione di inclusione sociale e lavorativa che permetta loro di affrancarsi da una condizione di povertà. Per questo, accanto al sostegno garantito dal Rei, abbiamo voluto avviare una nuova misura di politiche attive del lavoro consentendo agli interessati di frequentare un breve percorso formativo utile a conoscere diritti, doveri e opportunità, ad esempio per conseguire la licenza media o superiore, o per accedere a corsi di formazione professionale, così da delineare percorsi individualizzati tagliati sui bisogni di ciascuno. Alcune delle persone che iniziano il tirocinio in questi giorni, ad esempio, hanno anche deciso di frequentare corsi presso scuole serali per completare il proprio ciclo di studi e sperare così di aumentare la propria occupabilità. La prospettiva di questo intervento non si limita, cioè, ai sei mesi di tirocinio retribuito ma guarda oltre, alla vita delle persone, alla possibilità che uomini e donne esclusi da tempo dal mondo del lavoro possano costruirsi una strada di dignità e autonomia”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • non condivido confondere scuola ed apprendimento lavorativo insieme ....Faccio un esempio ..quante saranno le ore di apprendimento ? e quante ore potrà abbinare l'interessato a scuola ...Dovrebbe a regola d'arte impegnarsi in entrambi i compiti tutti i giorni .. Forse sarebbe meglio partire con una preparazione scolastica di base per conoscerne le attitudini lavorative e poi magari consegnarli il tipo di lavoro più idoneo a seconda degli obiettivi presentati .. ...Anche se non ci credo molto spero tanto che ci riescano.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Realizzazione della nuova sede del Consiglio regionale, dopo la Procura indaga anche la Corte dei Conti

  • Cronaca

    Scempio in corso Vittorio Emanuele, bustoni d'immondizia per strada: multati ristoratore e barista

  • Cronaca

    Realizzazione della nuova sede del Consiglio regionale, dopo la Procura indaga anche la Corte dei Conti

  • Cronaca

    Scempio in corso Vittorio Emanuele, bustoni d'immondizia per strada: multati ristoratore e barista

I più letti della settimana

  • Lutto nella Polizia Locale di Bari, muore vigilessa di 46 anni. I colleghi: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Schianto sulla provinciale Monopoli-Alberobello: scontro auto-moto, muore centauro 55enne

  • Auto si ribalta sulla Molfetta-Terlizzi: muore una ragazza

  • Scontro tra auto sulla statale 16: traffico rallentato in direzione sud

  • Chiude un altro negozio storico di via Sparano: dopo 94 anni addio alla gioielleria Trizio Caiati

  • Week-end di Pasqua e Pasquetta 2019: gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento