Tavolini della pizzeria davanti all'ex Abc, i cittadini: "Il vecchio cinema non muoia come Armenise e Arena Giardino"

La storica struttura è chiusa da circa due mesi: "San Cataldo non deve essere solo un quartiere delle pizzerie ma devono esserci spazi per cultura e socialità"

Tavolini e sedie per consumare una pizza da asporto, sul marciapiede adiacente a quello che, fino allo scorso mese di aprile, era il cinema Abc: è quello che, da pochi giorni, accade a San Cataldo, come documentato da alcuni componenti della neonata Rete Civica Urbana che unisce una decina di associazioni del rione del faro assieme a Marconi, Fesca e San Girolamo.

"Non può finire così"

La scena è stata documentata da Terry Marinuzzi, componente del Direttivo della Rcu, con un eloquente post su Facebook in cui si vedono tavolini e bidoncini con lo sfondo dell'ex plesso cinematografico, aperto per 40 anni e inattivo dal 12 aprile scorso, quando i gestori della storica struttura, attiva da decenni, annunciarono lo stop alle proiezioni al momento a tempo indefinito. Per adesso, dopo la presa di posizione del movimento 'La Giusta causa' e la risposta dell'Abc che ha giustificato lo stop come una "sospensione temporanea per rivedere il business plan", gli spettatori in attesa di entrare nel cinema hanno lasciato spazio a pizze e panzerotti:  "La comunità - spiega Marinuzzi a BariToday - ha abbandonato quello spazio. Presidiare i luoghi di cultura è fondamentale per presidiare la civiltà, soprattutto in una città come Bari. L'Abc non deve fare la fine dell'Armenise o dell'Arena Giardino e la soluzione va trovata. San Cataldo non deve essere solo un quartiere delle pizzerie ma devono esserci spazi per cultura e socialità".

La questione della riapertura dell'Abc, al momento, non registra novità. Dopo la mobilitazione di aprile, infatti, negli ultimi due mesi non c'è stato alcun passo avanti, probabilmente anche a causa della 'pausa' amministrativa dovuta alle elezioni Comunali. Di fatto, si attende la nomina del nuovo assessore alla Cultura (Maselli è in uscita) per poter riallacciare il filo del dibattito e delle azioni da intraprendere: "Attendiamo di conoscere chi avrà la delega alla Cultura - afferma Marinuzzi - così da interfacciarci e portare avanti l'istanza della riapertura dell'Abc. Crediamo possa essere un banco di prova per un modello magari da estendere alla città. Il nostro sogno è quello di aprire un cinema di quartiere d'essai, destinato anche a famiglie e bambini, che possa aprire anche d'estate, utilizzando i tanti spazi all'aperto del quartiere". In attesa di vedere i primi passi di questa iniziativa, i cittadini chiedono azioni immediate per impedire che senza manutenzione l'edificio dell'Abc si deteriori: "Non diventi - dice Marinuzzi - un rudere. Se non si interverrà presto, nei prossimi mesi la situazione potrà solo peggiorare"

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • Tornano i temporali: dodici ore di allerta 'gialla' sulla Puglia

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

Torna su
BariToday è in caricamento