Nuova luce dal Fortino Sant'Antonio alla Muraglia: ecco come cambieranno due luoghi simbolo della città

Siglato il protocollo di intesa tra Comune e Enel per l'illuminazione artistica dei due luoghi della città vecchia, con una particolare attenzione all'efficientamento energetico

Una nuova illuminazione artistica fatta con luci a led, capace anche di cambiare colore a seconda delle esigenze, e di "far risaltare la profondità spaziale e dare importanza ai volumi e alle linee architettoniche". E' stato siglato oggi il protocollo di intesa tra Enel e Comune per il progetto di illuminazione della muraglia e del Fortino Sant'Antonio.

Attraverso la sostituzione dei corpi illuminanti tradizionali con modeuova luce rni impianti a LED, infatti, sarà possibile far risaltare la profondità spaziale e dare importanza ai volumi e alle linee architettoniche. Il nuovo sistema di illuminazione permetterà anche di cambiare colore, creando scenari di luce in occasione di particolari eventi e in base alle esigenze del Comune e della Soprintendenza ai Beni Culturali.

Il progetto riguarderà due tratti: nel primo saranno sostituiti quarantasei punti luce sul fortino Sant’Antonio e sulle mura medievali che vanno dalla vicina piazza del Ferrarese all’arco di vico Corsioli; lungo il secondo tratto saranno sostituiti novanta proiettori sulla parte della muraglia compresa tra la Basilica di San Nicola e il complesso di Santa Scolastica. Sarà garantita l’uniformità dell’illuminazione artistica, che potrà anche cambiare colore in base alle esigenze, offrendo uno scenario particolarmente suggestivo nella vista dal mare. Grazie a questo intervento, che impiega la più moderna tecnologia LED, si potrà beneficiare di un risparmio energetico di circa il 50%.

“Siamo lieti di contribuire, con un progetto innovativo e sostenibile, a valorizzare uno dei luoghi più visitati del centro storico di Bari. Il fortino e la muraglia avranno una nuova illuminazione che coniuga efficienza e sostenibilità, tutelando il patrimonio artistico della città - ha commentato Carlo Tamburi -. Il nuovo accordo è la dimostrazione di come, grazie a un’amministrazione sensibile ai temi dello sviluppo sostenibile, si possa instaurare un dialogo proficuo che, nel caso di Bari, spazia dalle reti intelligenti alla mobilità elettrica, fino all’efficienza energetica in linea con le migliori pratiche europee”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Portare nuova luce, che illumina alcuni luoghi simbolo della nostra città, è sempre una buona cosa - ha dichiarato Antonio Decaro -. Siamo ancora più soddisfatti perché ad essere illuminate saranno le aree più suggestive della nostra città che verranno migliorate ottenendo al contempo un efficientamento energetico e, di conseguenza, un risparmio significativo in termini economici e ambientali. Voglio ringraziare Enel Italia che si è da subito mostrata attenta e disponibile alle richieste dell’amministrazione comunale che, come abbiamo detto più volte, sta effettuando un investimento importante sull’illuminazione come elemento di riqualificazione fisica dei luoghi e come simbolo di maggiore attenzione allo spazio pubblico. Avere luci più potenti, più belle e più efficienti ci permette di valorizzare i nostri luoghi, di garantire un sensibile risparmio energetico e di favorire una maggiore percezione di sicurezza da parte dei cittadini. Il nostro obiettivo è quello di completare questo progetto in vista del mese di festeggiamenti che la città di appresta a vivere, tra il 6 dicembre e l’Epifania, quando Bari sarà attraversata da migliaia di persone. La collaborazione con i soggetti privati che vogliono investire nella bellezza della nostra città ci permetterà di completare questo investimento illuminotecnico sulla città vecchia con alcuni interventi importanti su altri monumenti presenti. Stiamo lavorando per far sì che, ad esempio, tutti gli edifici monumentali abbiano un’illuminazione che valorizzi degnamente la loro bellezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

Torna su
BariToday è in caricamento