Al via la rimozione dell'ex insegna del palazzo 'Motta': tre piani d'acciaio "smantellati in 10 giorni"

Le operazioni sono coordinate dall'azienda specializzata Air Bari. La storica struttura era ormai inutilizzata da tempo. In passato è stata un'icona della città, visibile dal lungomare e non solo

Tre piani di acciaio, da anni 'spogliati' di luci colorate e scritte pubblicitarie. Prima il celebre logo a M, poi una nota marca di caffè e da diversi anni il nulla: adesso, la famosa struttura sulla grande terrazza del palazzo ex Motta, all'incrocio tra corso Vittorio Emanuele e corso Cavour, sarà smantellata in una decina di giorni. Da oggi, infatti, sono cominciate le operazioni di rimozione della rete di tubi e assi che per decenni ha sostenuto insegne luminose diventate parte integrante dell'ambiente urbano e del panorama del Murattiano, icone di un tempo che non c'è più.

Dieci tonnellate d'acciaio

Ad occuparsi della rimozione la ditta specializzata Air Bari, con una squadra di cinque persone tra ingegneri e tecnici. Se non vi saranno inconvenienti con il maltempo, basteranno meno di due settimane perché la struttura non sia più visibile. Gli operai rimuoveranno 10 tonnellate di acciaio, per un'altezza di 9 metri e una lunghezza di 15: "L'intervento - spiega l'ingegner Piermaurizio Piccolo - è stato richiesto perché c'era il rischio di problemi d'infiltrazione per il palazzo, ma anche a causa dell'inutilizzo della struttura e della necessità di eseguire una manutenzione sul lastrico solare". 

Un lavoro destinato a cambiare la vista su uno degli angoli più belli della città: "E' difficile restare concentrati - scherza Piccolo - quando c'è un panorama così bello, ammirando il lungomare, la città vecchia e il porto da una notevole altezza". Lavori, dunque, in alto e anche 'a terra' dove potrebbe trovare posto un nuovo ristorante della catena McDonald's a riempire gli spazi commerciali dell'angolo simbolo della Bari nuova fondata oltre 200 anni fa, in un quartiere oggi intitolato a colui che immaginò il rinnovamento della città, Gioacchino Murat.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggualto a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Chiude un altro negozio storico in città: addio a Ventrelli, al suo posto nascerà un casinò

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento