Allargamento di via Amendola, entro fine giugno l'inizio dei lavori: "In due anni strada raddoppiata"

Ultimi sopralluoghi e verifiche finali prima dell'avvio degli interventi: si procederà inizialmente con la sistemazione delle recinzioni e l'estensione della carreggiata

Qualche altra settimana d'attesa e i primi operai saranno su via Amendola, per avviare il cantiere che in circa 2 anni porterà alla riqualificazione e all'allargamento di uno degli assi viari più trafficati della città di Bari. E' orai quasi terminato il conto alla rovescia su un'opera destinata a rivoluzionare la viabilità del capoluogo: non sono un raddoppio vero e proprio della strada ma anche la realizzazione di tre rotatorie all'altezza degli incroci di viale Einaudi, via Laforgia e via Hahnemann per fluidificare ancor di più il traffico, da sempre vero e proprio incubo nelle ore di punte per chi tenta di entrare in città o uscire utilizzando la strada dedicata allo storico politico antifascista.

Sopralluoghi prima del via

In questi giorni Comune, tecnici e rappresentanti della ditta vincitrice dell'appalto stanno completando le procedure prima di dare avvio ai lavori, salvo intoppi, da fine mese: "Contiamo di partire al più presto - spiega l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso  -. I sopralluoghi di questi giorni riguardano i sottoservizi, i privati interessati dallo spostamento delle recinzioni e le ditte che devono smontare cartelloni pubblicitari. Abbiamo anche attivano la procedura, in accordo con la Regione, per ricollocare gli ulivi presenti nelle fasce degli espropri in alcune aree incolte vicino alle piscine comunali. Si tratta di 20 esemplari che verranno ripiantati tra via Portoghese e via Napoli, al centro di due aree verdi già dotate di apporto idrico"

Il programma dei lavori

Le prime fasi del cantiere non dovrebbero arrecare problemi particolari alla circolazione stradale. Gli operai, infatti lavoreranno sulla fascia lato Ospedaletto, arretrando le recinzioni e, all'altezza del Palazzo dell'Agenzia delle Entrate, si interverrà nella zona attualmente adibita a parcheggio. In questa maniera, spiega Galasso, "nei primi mesi non vi saranno disagi al traffico e nessuna variazione della viabilità esistente che rimarrà tale e quale". Per quanto riguarda la sosta nella zona, la perdita dei posti auto sarà compensata con quelli a disposizione nel rinnovato spazio di cia Pietro Sette: "Ve ne sono 250 - dice l'assessore - ricavati nell'ambito degli interventi del vicino giardino Tridente. Si tratta di una prima sistemazione base. Il prossimo passo è quello di definire con Amtab la gestione del parcheggio fino alle 20, eliminando anche il problema degli abusivi che stazionano nelle vicinanze. In futuro - afferma Galasso - vorremmo anche riqualificare l'area parcheggio con marciapiedi e piantumazioni". 

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • ''La Uascèzze''

I più letti della settimana

  • Violento nubifragio si abbatte su Bari: grandine e forte pioggia, disagi dal centro alle periferie

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • Rischio acquazzoni estivi nel Barese, la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

Torna su
BariToday è in caricamento