Da Bari alla Nigeria per assistere i bimbi nelle zone di guerra: la storia di Adiam

La chirurgo-pediatra barese, operatrice umanitaria di Medici Senza Frontiere, è da poco tornata dal Paese africano dove ha assistito la popolazione nel campo di Pulka, nello stato nigeriano del Borno

Da sinistra, Adiam Woldemicael e una sua collega

Una lunga esperienza in Nigeria, a fianco della popolazione locale per rendere più semplice l'accesso alle cure mediche salva-vita quando le strutture ospedaliere sono a rischio, in luoghi di crisi e guerra: è la storia di Adiam Woldemicael, chirurgo pediatra di Bari, operatrice umanitaria di Medici Senza Frontiere, da poco tornata dal Paese africano dove ha assistito la popolazione nel campo di Pulka, nello stato nigeriano del Borno.

Adiam Woldemicael sarà a Bari domenica 27 ottobre per un incontro nell'ambito di #Raccontiumani,  progetto di sensibilizzazione rivolto alla cittadinanza, alle istituzioni, ai giovani, alle scuole e a chiunque vorrà ascoltare i nostri racconti, contribuendo ad aprire nuovi scenari di riflessione ed approfondimento sull’intervento medico-umanitario. L'appuntamento, aperto al pubblico, è per le 19 al BurBeero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

Torna su
BariToday è in caricamento