Accessi a pagamento nel centro storico di Polignano, il sindaco sui tornelli: "Una misura di sicurezza"

Il primo cittadino spiega come i dispositivi siano frutto di una decisione condivisa con la Questura. Ma sul pagamento del ticket di 5 euro dice: "Lo ha stabilito l'associazione che promuove l'iniziativa"

Foto Fb Meraviglioso Natale

"Misure di sicurezza" stabilite d'intesa con la Questura di Bari per regolamentare e monitorare gli accessi nel centro storico, visto il grande afflusso di pubblico. Il sindaco di Polignano, Domenico Vitto, spiega così la scelta di installare tornelli ai varchi di accesso del centro cittadino, in occasion della manifestazione 'Meraviglioso Natale'. "All’interno del centro storico - ha spiegato il primo cittadino - non possono sostare contemporaneamente più di 2500-2700 persone, per garantire a tutti eventuali vie di fuga in caso di necessità. Altrimenti basterebbe un petardo per far succedere quello che è accaduto qualche anno fa a Torino".

Il pagamento? "Deciso dall'associazione"

Quanto alla scelta di far pagare cinque euro per l'ingresso - il pagamento sarà in vigore fino a domenica 2 dicembre soltanto durante i fine settimana, e dal 7 dicembre tutti i giorni fino all’Epifania, dalle 15 alle 22 - il sindaco ha spiegato che è stata presa dall'associazione culturale che promuove l'iniziativa "per rientrare nelle spese", mentre i tornelli sono stati chiesti appunto dall'amministrazione, che patrocina gratuitamente l'evento.

Le luminarie nella lama

Intervistato dalla TgR Puglia, il sindaco ha anche risposto all'allarme lanciato dai geologi, che hanno definito pericolosa la scelta di installare alcune luminarie nella lama, che anche ieri, in occasione di un violento temporale, è stata effettivamente invasa da un fiume di acqua e detriti: "Le luminarie non sono state danneggiate, perchè posizionate sui costoni della lama", ha spiegato Vitto, che riguardo alla sicurezza ha commentato: "Per l'accesso alla lama vigono le regole di tutto l'anno, cioè che quando c'è il maltempo non si può scendere nella lama".

Movimento Consumatori: "Sospendere la GCard"

Intanto il Movimento Consumatori interviene nel dibattito chiedendo la sospensione della card ricaricabile che consente l'accesso a pagamento al centro storico. “In primo luogo – spiega il presidente Bruno Maizzi - riteniamo che siano mancate le opportune informazioni sulla corretta modalità di impiego della GCard per l'accesso alla manifestazione, necessarie affinché il Consumatore possa adottare una decisione consapevole. La GCard non è solo un semplice ticket di ingresso, ma un vero e proprio strumento di pagamento CASHLESS (senza contante) soggetto alle disposizioni normative in materia." In particolare, secondo il Movimento Consumatori Puglia, "non risultano preliminarmente rese note al consumatore, quantomeno nella modalità di adesione denominata “Priority Service” accessibile dal sito internet dell'organizzatore, quali siano i termini e le modalità di restituzione delle somme caricate sulla GCard e non spese, se vi siano limitazioni ed oneri da porsi a carico del consumatore per tale operazione e quali siano i limiti di ricarica e di spesa consentiti sulla GCard anche con riferimento ad un’unica operazione di pagamento. Questo renderebbe la pratica commerciale adottata scorretta ai sensi del Codice del Consumo e meritevole di segnalazione all'Autorità". "Sulle modalità di accesso alla manifestazione inoltre – continua il Presidente Maizzi - abbiamo chiesto chiarimento sul prezzo di acquisto della GCard e sul numero di accessi consentiti oltre a manifestare perplessità sulla scelta dell'amministrazione di impedire la libera circolazione nel borgo antico se non ai residenti di Polignano a Mare, comprensibilmente, ma - inspiegabilmente - anche a quelli di Conversano! Auspichiamo che l'organizzatore e l'amministrazione patrocinante vogliano intervenire per fornire ai Consumatori gli opportuni chiarimenti, anche alla luce delle polemiche apparse su numerosi quotidiani, nate dalle scelte adottate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

  • Isabella, la Monica Bellucci di Molfetta che ha rubato il cuore all'ex tronista Francesco Monte: "E' speciale perché è normale"

Torna su
BariToday è in caricamento