Addio ai binari a sud di Bari, i lavori vanno avanti: "Tra pochi mesi la prima pietra del cantiere principale"

Il sindaco Decaro e il governatore Michele Emiliano hanno incontrato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, a Palazzo di Città: la situazione di Camionale, Statale 16 e stazione bus

"Tra qualche mese" il ministro "tornerà qui per la posa della prima pietra della variante vera e propria, con lo spostamento dei binari da San Giorgio fino alla stazione centrale che libererà la città": il sindaco di Bari, Antonio Decaro ha incontrato, questa mattina a Palazzo di Città Paola De Micheli, titolare del dicastero governatovi di Infrastrutture e Trasporti, per fare il punto sulle opere pubbliche presenti in città e i cantieri aperti 

All'incontro hanno preso parte, tra gli altri, il governatore Michele Emiliano, il deputato Pd Marco Lacarra e il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale dell'Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi: "Tante opere si stanno già facendo, altre invece come ministero dobbiamo intervenire. In alcuni casi per finanziare, in altri casi dobbiamo intervenire sul fronte autorizzativo" ha dichiarato De Micheli  aggiungendo che sulla questione della Statale 16 "siamo in dirittura di arrivo con la conferenza dei servizi, ci saranno solo piccoli aggiustamenti rispetto al progetto. Per l’inizio dell’anno convocheremo la Conferenza dei servizi e finalmente ci sarà questa opera particolarmente importante e attesa a Bari".

05-12-19 decaro incontra ministro de micheli_1-2

"Abbiamo anche ragionato sul tema del ferro - ha aggiunto - . Bari è una città che ha caratteristiche particolari: gli interventi che faremo trasformeranno questa insistenza di numerose tratte ferroviarie in una metropolitana leggera utilizzando le infrastrutture che ci sono. Parliamo di interventi di interoperabilità".

Al termine della conferenza è intervenuto anche il sindaco Antonio Decaro: "Se penso ai progetti - ha dichiarato - abbiamo affrontato il tema della bretella della statale 16, una strada finanziata per la quale siamo in dirittura d’arrivo. La conferenza di servizi si chiuderà nei prossimi giorni: il tracciato è quello originario, salvo qualche piccolo aggiustamento nei singoli territori, sulla base delle richieste espresse dai sindaci. Abbiamo affrontato anche dello stato di avanzamento della variante a sud delle Ferrovie dello Stato, il cosiddetto collo d’oca, per cui sono in via di completamento le opere complementari.  Altra questione, i progetti che hanno bisogno di ulteriori finanziamenti: la Camionale che necessita di altri 88 milioni di euro, fermo restando che l’opera sarà appaltata per stralci con le risorse già disponibili.  A tal proposito abbiamo chiesto conferma al Governo, d’accordo con le Ferrovie dello Stato, circa la volontà di procedere speditamente con la variante a nord di Bari per liberare dai binari i quartieri Palese e Santo Spirito. La ministra ci ha confermato che le risorse per il progetto esecutivo sono disponibili e subito dopo ne cercheremo altre per appaltare un’opera importante tanto quanto quella a sud della città". ha concluso Decaro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento