Rotatorie, piste ciclabili e nuovi accessi: presentato il progetto per rivoluzionare la viabilità del Quartierino

Illustrato, nella sede del Municipio II, il piano per cambiare radicalmente l'attuale assetto che da decenni ingabbia residenti e pendolari: previsti 4 rondò e il raddoppio di via Pietrocola

Almeno quattro rotatorie, piste ciclabili, riqualificazioni pedonali e strade allargate: nei prossimi anni il Quartierino dovrebbe contare su una viabilità completamente rivoluzionata che consentirà di ridurre notevolmente l'isolamento infrastrutturale e viario che da anni ingabbia il rione incastonato tra i quartieri Picone, Poggiofranco e Libertà di Bari. Ieri, nella sede del Municipio II, si è svolta la presentazione del piano realizzato dall'architetto Michele Cirillo, alla presenza, tra gli altri, del sindaco Antonio Decaro, dell'assessore cittadino ai Lavori Pubblici (Giuseppe Galasso) e dalle associazioni di residenti della zona.

Le novità del progetto

Il progetto dovrebbe essere consegnato al Comune tra un mesetto: nelle prossime settimane, infatti, i cittadini del Quartierino potranno esprimere riserve o proposte con eventuali integrazioni. Dopodiché la Giunta cittadina, dopo le opportune valutazioni, darà l'approvazione, passaggio indispensabile per avviare le ulteriori progettazioni finali e la gara d'appalto. I lavori consentiranno di cambiare radicalmente i flussi veicolai in uscita ed entrata, da e per il rione: previste quattro rotatorie in punti nevralgici, tra cui via Bellomo e l'uscita dal ponte Solarino, viale Pasteur, via Sangiorgi e in corrispondenza del nuovo ingresso del Policlinico. Sempre su viale Pasteur vi saranno delle piste ciclabili che proseguiranno per via Cifarelli e l'estramurale Capruzzi. Il ponte di via Pietrocola dovrebbe essere allargato, così come la stessa strada sarà raddoppiata nel senso di marcia utilizzando parte delle rotaie dismesse di via delle Murge.

Marciapiedi da rifare

Le altre richieste dei residenti che potranno essere esaudite nell'immediato del progetto riguardano il rifacimento dei marciapiedi per migliorare la sicurezza dei passanti: "Come abitanti - spiegano - auspichiamo la realizzazione, quanto prima, di quest'opera perché il rione ha carenza dì'infrastrutture pedonali, carrabili e ciclopedonali di accesso alla città". Sul fronte giardini, invece, sembra meno percorribile, al momento, l'ipotesi di un parco. Più fattibile, invece, l'idea di costruire un piccolo giardino, anche con l'ausilio dei privati. Un piccolo pezzo di verde, quanto meno, per migliorare la vivibilità del Quartierino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

  • Auto in sosta 'impacchettata' con la carta regalo: "Hai capito che qui non devi parcheggiare?"

Torna su
BariToday è in caricamento