Plastica, pezzi di polistirolo e un tappeto di cicche: a Torre Quetta il 'clean up' di Retake

Adulti e bambini si sono dati appuntamento nel lido cittadina per ripulire il litorale dai rifiuti portati dal mare: bottino della mattina oggetti in plastica di tutti i tipi e un'enorme quantità di mozziconi di sigarette

Dai pezzi di polistirolo a forchette e bastoncini di plastica, dai frammenti di reti delle cozze a mollette e tappi di bottiglia, insieme a migliaia di mozziconi di sigarette: così tanti "da riempire il mondo intero", nel cartellone raffigurante i continenti realizzato per l'occasione dai volontari di Retake, che questa mattina hanno dato vita ad clean up sulla spiaggia di Torre Quetta.

Adulti e bambini si sono dati appuntamento nel lido cittadino per ripulire il litorale dei rifiuti portati dal mare. Un'azione per l'ambiente che è stata anche l'occasione per riflettere sulla necessità di ridurre i consumi di plastica e di compiere scelte sempre più ecosostenibili a cominciare dalla vita di tutti i giorni: come il rifiutare la cannuccia o il bicchiere in plastica al bar, o l'attenzione nel differenziare correttamente i rifiuti. 

"Oggi abbiamo fatto un gioco - raccontano da retake - Dovevamo riempire i 3 fogli ,su cui avevamo disegnato i continenti, rispettivamente di cicche, tappi di vario tipo e frammenti di plastica. Ebbene in meno di un’ora , circa 30 persone tra adulti e bambini hanno tolto dalla spiaggia e vicino i muretti dei bar di Torre Quetta circa 8000 sigarette. Siamo una città di mare, viviamo di mare, ci nutriamo dal mare. C’è qualcosa di assurdo e inspiegabile in tutto ciò. Riflettiamo...".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso della mattinata, per i più piccoli, sono stati organizzati giochi e una lezione sui problemi causati dalla plastica. Spazio anche ad un un momento di meditazione organizzato in collaborazione con l'associazione MOTUS Project - Chinesiologia & Ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro nel ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento