Ronde di volontari contro i roghi, il Municipio IV chiama a raccolta le associazioni

Attraverso un avviso pubblico sarà erogato un contributo "per l'affidamento del servizio volontario di vigilanza ambientale". In arrivo anche controlli con i droni, insieme alle fototrappole

Mentre le indagini sull'ultimo grosso incendio avvenuto due giorni fa nella zona dello stadio vanno avanti, Comune e Municipio IV chiamano a raccolta anche volontari e associazioni nella lotta al fenomeno dei roghi di rifiuti.

Sul sito del Comune è stato pubblicato infatti l'avviso pubblico per l'affidamento, con l'erogazione di un contributo, "del servizio volontario di vigilanza ambientale". Uno strumento in più, insieme alle fototrappole già annunciate dal sindaco e ai droni che dovrebbero presto entrare in funzione, per cercare di contrastare un problema che allarma sempre più i residenti di Carbonara, Santa Rita, Ceglie e Loseto. L'idea di fare appello alle associazioni e organizzazioni operanti in particolare nell'ambito della promozione della tutela ambientale nasce da una delibera precedentemente approvata dal Municipio proprio relativa alle misure da intraprendere per combattere il fenomeno dei roghi. Il bando, con scadenza il prossimo 31 maggio, prevede un contributo pari a 5mila euro.

Intanto, spiega il presidente del IV Municipio Nicola Acquaviva, alcuni proprietari dei fondi interessati dal problema, sollecitati dal Comune, stanno provvedendo a ripulire i terreni e posizionare recinzioni per impedire l'abbandono dei rifiuti che vengono poi dati alle fiamme.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Getta mobili e ingombranti per la strada, scoperto grazie ai cittadini della zona: multato 'sporcaccione' al Libertà

  • Cronaca

    Caos Palagiustizia, il sopralluogo dei penalisti nel palazzo ex Telecom: "Giustizia ancora frammentata"

  • Sport

    SSC Bari: la gara di Marsala anticipata di mezz'ora. Abbonamenti: c'è tempo fino al 28

  • Attualità

    Voglia di spaccare tutto? Nel Barese la prima 'rage room' del Sud Italia: "Mezz'ora di distruzione liberatoria"

I più letti della settimana

  • Auto fuori strada sulla provinciale 231: morti due giovani, gravi altri due amici

  • Scoppia incendio in un negozio a Carrassi: fumo per strada e traffico in tilt

  • Libertà, rissa in strada in via Crispi: arrivano polizia e carabinieri

  • Lascia l'auto al Park&Ride, al ritorno non la ritrova: furto nel parcheggio di Largo 2 Giugno

  • In casa 200mila euro in contanti: sequestrato 'tesoretto' ai familiari del boss

  • Voglia di spaccare tutto? Nel Barese la prima 'rage room' del Sud Italia: "Mezz'ora di distruzione liberatoria"

Torna su
BariToday è in caricamento