Controllori di volo in sciopero, disagi anche all'aeroporto di Bari: cancellati alcuni collegamenti

Disagi anche al 'Karol Wojtyla' per l'astensione dal lavoro di quattro ore decisa da alcune sigle sindacali: una ventina, finora, i voli di cui è stata comunicata la cancellazione

Sta provocando alcuni disagi anche a Bari lo sciopero dei controllori di volo indetto per oggi a livello nazionale dalle dalle organizzazioni sindacali Unica, Ugl-TA e Assivolo Quadri. Un'astensione dal lavoro della durata di quattro ore - dalle 13 alle 17 - che sta avendo ripercussioni sul traffico aereo anche nello scalo barese.

In particolare, stando alla lista pubblicata sul sito ufficiale di Aeroporti di Puglia, sono all'incirca una ventina i voli in partenza e in arrivo a Bari per i quali è stata annunciata la cancellazione durante la fascia oraria interessata dallo sciopero. Ma Adp specifica che si tratta di un elenco "redatto sulla base delle comunicazioni fornite dai vettori" e che potrebbe "subire modifiche", invitando perciò i viaggiatori interessati a contattare direttamente le compagnie aree per le informazioni sulla regolarità dei voli.

I voli cancellati

Questa la lista pubblicata sul sito di AdP:
PARTENZE
Numero volo - destinazione - orario
FR 1654 Norimberga 13.00 
AZ 1648 Milano Linate 13.35 
FR 8708 Parigi Beauvais  14.25 
AZ 1616 Roma FCO 15.10 
AZ 1652 Milano Linate 15.30 
FR 8714 Torino 15.35 
V7 1235 Venezia 15.50 
U2 5712 Berlino TXL 16.05 
U2 2834 Milano MXP 16.45 
AZ 1610 Roma FCO 17.15 
U2 3306 Venezia 17.30 

ARRIVI
Numero volo - Origine - Orario arrivo 
FR 1655 Norimberga 12.35 
AZ 1613  Roma FCO 14.20 
AZ 1653 Milano Linate  14.55 
V7 1234 Venezia 15.25 
U2 5711 Berlino TXL 15.30 
U2 2833 Milano MXP 16.10 
AZ 1615 Roma FCO 16.30 
AZ 1635 Milano Linate 16.45 
U2 3305 Venezia 16.55 
FR 8715 Torino 19.25 
FR 8709 Parigi Beauvais  19.50 

Le ragioni dello sciopero

"Il sindacato UNICA - è spiegato in una nota diffusa dall'organizzazione sindacale - con lo sciopero odierno intende portare all'attenzione le notevoli ripercussioni e implicazioni sociali che il nuovo piano industriale di Enav SpA sta per riversare sul personale operativo che svolge compiti delicati e di responsabilità. Enav intende impattare pesantemente sulle vite e le condizioni sociali di circa 700 lavoratori del comparto operativo e relative famiglie cui sono chiesti sacrifici abnormi. Il piano industriale, inoltre, a regime, ridurrà la forza lavoro di 430 unità operative sugli attuali 2300 dipendenti, utilizzando il meccanismo del turn over che però ad oggi non dà certezze riguardo l’accesso alla pensione proprio del personale principalmente interessato dal suddetto Piano Industriale. Inoltre, a tutti gli operativi sarà richiesto uno sforzo enorme nell’acquisizione di competenze ad oggi frazionate sui vari impianti territoriali che richiederà iter addestrativi pesanti e cambierà radicalmente il modo di offrire un servizio ad oggi al top in Europa per quanto riguarda puntualità, sicurezza e risultati economici. Questi processi si scontrano con i dati di bilancio degli ultimi anni che vedono l'utile aziendale lievitare costantemente: 66,1 mln nel 2015; 76,3 mln nel 2016 e 101,5 mln nel 2017 con previsioni di incremento anche per il 2018. Il tentativo di dialogo instaurato nei mesi scorsi, non ha minimamente smosso l'Enav dai propri propositi. Per questa ragione si è arrivati all’astensione dal lavoro odierna che sarà replicata anche nei prossimi mesi se non si dovesse ravvisare una netta inversione di tendenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento