I baresi e la mobilità, la fotografia scattata con Moovit: un'ora al giorno passata tra bus, treni e metro

BariToday ha analizzato i dati della app utilizzata per muoversi in città e consultare percorsi ed orari: meno di un terzo utilizza più di un mezzo per raggiungere un luogo

Attese e fermate da raggiungere, bus da prendere per arrivare al lavoro, in centro o a casa, sempre con l'orologio a portata di mano, evitando di perdere corse o coincidenze. Bari, città Metropolitana, ha la mobilità al centro delle attività sociali e lavorative quotidiane, tra aspetti positivi e altri da migliorare. Una radiografia dello stato dei trasporti pubblici nel capoluogo pugliese è stata tracciata da Moovit, la app gratuita più scaricata al mondo per muoversi in città e consultare percorsi ed orari di bus, metro nonché lo stato del traffico. Grazie all'utilizzo dell'app da parte dei pendolari è possibile avere un quadro generale di come funziona la mobilità a Bari, rapportata anche agli altri grandi centri italiani, consultabile nella pagina Moovit Insight.

L'attesa media dei mezzi pubblici è di 18 minuti

Qui, in media, gli utenti attendono il mezzo di trasporto pubblico (bus o metro) per 18 minuti: si tratta di un valore tra i migliori nel Centrosud, anche superiore a Roma e Napoli dove si aspettano in media 20 o 27 minuti. Se però analizziamo qualitativamente la cifra e la rapportiamo a quante persone sono sedute per più di 20 minuti alla fermata, il dato è del 40%: in Italia solo Palermo, Catania e Napoli fanno peggio. Si potrebbe pensare che a fronte di un numero non basso di linee, vi sarebbe una frequenza ancora insufficiente. Sulla strutturazione dei percorsi individuali, Bari mostra un dato particolarmente interessante: solo il 31% dei pendolari cambia almeno una linea in un singolo viaggio. Si tratta del valore più basso tra le città italiane prese in esame. Il capoluogo pugliese è staccato anche rispetto alla penultima posizione occupata da Bologna (42%).

Pochissimi viaggiano per più di 12 km con i mezzi

Una percentuale che, abbinata al tempo medio di viaggio giornaliero di un singolo pendolare, 57 minuti, e ai 4,2 km percorsi dai baresi per un singolo viaggio (valore tra i più bassi considerando le realtà prese in esame), fotografa una città che necessita di un'ulteriore razionalizzazione delle linee e di maggiori politiche per incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici a svantaggio dell'auto. Solo il 2%, infatti, viaggia per più di 12 km verso una direzione: sostanzialmente, chi viene da Torre a Mare, Palese o Loseto, preferisce prendere la macchina per dirigersi in centro. La cifra diventa più alta (13%) e aderente alla media italiana se si considera invece l'intermodalità tra le diverse città dell'area metropolitana. I pendolari della provincia si confermano, dunque, un po' più legati a treni e bus per arrivare a Bari.

Per tanti l'alternativa ai bus e alla metro è l'irrinunciabile auto

A questi numeri può essere aggiunto il raffronto tra coloro che camminano per più di un km, quasi un quarto degli utenti (il 22%), un numero sostanzialmente in linea con le altre città del Belpaese ma particolarmente indicativo per una come Bari, dalle dimensioni non piccole in rapporto alla popolazione. Il percorso medio di una singola 'passeggiata' è, infatti, di 760 metri. L'alternativa ai bus e alla metro, dunque, con poche qualche eccezione, è rappresentata dalla cara ed inquinante macchina, alla quale i baresi sembra non vogliano rinunciare del tutto, nonostante il costo elevato dei parcheggi in centro. Tutto questo, in attesa di uno sviluppo sempre maggiore di Amtab e degli altri servizi di trasporto che dovrebbero fare di Bari una vera città metropolitana.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bari usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Efficienza di spesa e servizi nei capoluoghi, Bari nelle ultime posizioni: è 48esima su 52 città

  • Politica

    Sostegno al candidato leghista da parte dell'assessore Di Gioia, pronta la mozione di sfiducia da sei consiglieri

  • Attualità

    Dalle Tecniche ortopediche al Data Science, l'Università lancia sei nuovi corsi di laurea

  • Attualità

    Scoperta la targa dedicata alla granduchessa di Russia Elizaveta Feodorovna: "Su suo impulso nacque la Chiesa russa di Bari"

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

  • Terremoto nel Nord Barese, sospesi treni sulla Bari-Foggia. Stop anche al traffico delle Fal

  • Associazione mafiosa, droga, armi: al via processo ai clan Capriati e Diomede-Mercante, 90 imputati

Torna su
BariToday è in caricamento