Una discarica abusiva lungo la strada: rimossi rifiuti nella zona tra Adelfia e Casamassima

L'intervento dopo la segnalazione degli agenti della polizia ambientale regionale: i rifiuti erano accatastati lungo un percorso sterrato tra la provinciale Adelfia-Valenzano e la statale 100

Dopo le prime segnalazioni, arrivano anche i primi interventi. Nei giorni scorsi, una delle attività delle guardie ambientali regionali ha portato all'individuazione di una vera e propria discarica a cielo aperto nel territorio di Adelfia-Cellamare, nel Barese, su un tratto di strada sterrata che collega la provinciale Adelfia-Valenzano con la statale 100.

Grazie alla segnalazione del servizio di vigilanza ambientale regionale, gli uomini della Cogeir Costruzioni e Gestioni, azienda che raccoglie i rifiuti differenziati del comune di Casamassima, hanno dato seguito alle attività di rimozione rifiuti abbandonati nel tratto Adelfia – Casamassima - Valenzano, anche provvedendo alla raccolta dei rifiuti sparsi ed in alcuni casi interrati attraverso l'utilizzo di escavatori e un camioncino compattatore. I rifiuti sono stati differenziati per essere poi portato negli appositi luoghi di scarico.

L'attività delle guardie ambientali regionali - ottanta vigilanti, già dipendenti della polizia provinciale, ora passati nell'organico della Regione - è entrata a pieno regime verso la fine di febbraio, con la consegna dei tesserini di riconoscimento.

"Una buona pratica – spiega Stea - quella della Regione Puglia e quella posta in essere dal  Comune di Casamassima che ci si augura possa essere seguita, con la stessa sinergia, anche da altre amministrazioni. Spesso infatti, dopo la segnalazione del servizio di vigilanza regionale una delle maggiori difficoltà sta proprio nella impossibilità  finanziaria dei Comuni a procedere alla pulizia delle aree con presenza di rifiuti. Su questo si dovrà ragionare e trovare ogni possibile soluzione".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sì al progetto preliminare del parco nell'ex Fibronit: "Oltre 43mila mq di verde per rivoluzionare la città"

  • Politica

    Consiglio deserto, solo 7 in aula: secondo tentativo domani. Di Rella: "Centrosinistra spaccato"

  • Cronaca

    Nuova ferrovia Bari-Torre a Mare, da domani e fino al 2020 i lavori in Tangenziale: deviazioni a Japigia

  • Cronaca

    Non più solo Fortino o sale comunali, a Bari ci si potrà sposare in strutture da sogno: c'è il bando pubblico

I più letti della settimana

  • Chicco è tornato a casa: ritrovato il cagnolino rubato insieme ad un'auto

  • Violenta rissa per strada armati di ascia e pistola: arrestati sei giovani a Rutigliano

  • Rutigliano, scoppia rissa in strada: giovane ferito

  • L'Università di Bari al top in Italia: giudizio positivo dall'Anvur, "stesso voto della Bocconi"

  • '"Cercasi comparse di origine africana", tre giorni di casting per il nuovo film di Checco Zalone: già 150 partecipanti

  • Una tecnica innovativa contro il morbo di Crohn: l'intervento eseguito al 'Perinei'

Torna su
BariToday è in caricamento