Dieta mediterranea: in Puglia l'alimentazione sana ed equilibrata che combatte la depressione

Mangia sano e mantieniti in forma con un po' di sport senza rinunciare ai piaceri della tavola: la Dieta mediterranea regala benessere fisico e mentale attraverso piatti autentici e genuini

Il Sud, e in particolare la Puglia, è la terra della buona cucina e delle eccellenze alimentari ricca di cereali, frutta, verdura, legumi e dell'oro verde esportato in tutto il mondo, l'olio d'oliva. E' la sede della Dieta Mediterranea in cui gusto ed equilibrio si sposano per dare vita ad una delle alimentazioni più sane, presa come riferimento da Medici e Dietologi.

Vediamo insieme quali sono i benefici e le caratteristiche di questo stile di vita.

Il suo regime alimentare si fonda pertanto su alimenti il cui consumo è abituale in Paesi del bacino del Mediterraneo, in una proporzione che privilegia Già alcuni dietologi medici, in passato avevano avanzato alcune ipotesi sugli effetti di un regime alimentare con limitato consumo di alimenti di origine animale come latticini, carne, uova.

Le caratteristiche della dieta mediterranea sono: abbondanti alimenti di origine vegetale ( frutta, verdura, ortaggi, cereali, soprattutto integrali, patate, fagioli e altri legumi, noci, semi), freschi, al naturale, di stagione, di origine locale; frutta fresca come dessert giornaliero, dolci contenenti zuccheri raffinati o miele poche volte la settimana; olio d'oliva come principale fonte di grassi; latticini (principalmente formaggi e yogurt) consumati giornalmente in modesta-moderata quantità; pesce e pollame consumato in quantità abbastanza bassa; da zero a quattro uova la settimana; carni rosse in minime quantità e vino consumato in quantità modesta-moderata, generalmente durante il pasto

Lo studio ha dimostrato che una dieta basata sul consumo regolare e ordinato di frutta e verdura, cereali, pesce, noci e olio d'oliva, e con un consumo ridotto di alcol, carne e latticini, potrebbe portare benefici sull'umore e riduce lo stress. E benché i ricercatori abbiano richiesto ulteriori feedback per la conferma definitiva, fino ad ora sono riusciti a raccogliere le prove in grado di evidenziare come gli alimenti che consumiamo nella nostra dieta quotidiana siano davvero in grado di incidere sullo stato d'animo e sull'umore, riducendo anche il rischio di depressione.

Spiegare la motivazione di questo legame tra umore e cibo non appare facile perché, in un binomio tale, influiscono molti altri fattori. Al momento, dunque, secondo i ricercatori mancherebbero ancora prove cliniche concrete, anche se l'ipotesi di condurre uno studio approfondito in merito è considerato un'attività importante.

D'altro canto, la medicina riconosce il fatto che la depressione possa causare perdita di appetito, perdita che può essere di lieve, moderata o grave entità, e che influisce sia sull'aspetto psicologico che su quello fisico. Le persone felici, invece, hanno facilità a condurre stili di vita più soddisfacenti e più sani, il che ha un impatto positivo sia sulla sfera psicologica che, ovviamente, su quella fisica. Considerando gli studi che dimostrano la salubrità della dieta mediterranea come regime alimentare, il collegamento tra salute fisica e mentale è diretto.

La dieta mediterranea è riconosciuta come un regime alimentare equilibrato, ossia completo di tutti i nutrienti che sono disposti in quantità ottimali che rispettano la piramide alimentare attualmente consigliata dall'OMS.

Proprio per questo, la dieta mediterranea è riconosciuta dall'Unesco come Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità poiché è una dieta stagionale, ossia segue i prodotti della stagionalità delle colture (tutti gli alimenti vengono consumati nei loro rispettivi tempi di raccolta), fa largo consumo di frutta e verdura soddisfacendo le cinque porzioni giornaliere previste da una dieta equilibrata, impiega grassi nobili come l'olio d'oliva, fa ampio consumo di semi e legumi, e aggiunge piccole e moderate dosi di carne, soprattutto bianca, e di latticini, che sono fonti naturali di vitamina B12, di solito carente in altri regimi alimentari, primi tra tutte le diete vegane che devono fare ricorso a integrazioni sintetiche si B12.

Alcuni esperti di alimentazione a Bari e provincia

Nutrizionista Dietologo Bari Dott. Garritano Francesco Via Vitantonio di Cagno, 30 Bari 

Chiriacò Dr. Antonio Dietologo Nutrizionista – Specialista in Medicina Interna Viale della Repubblica, 116, Bari 

Studio di Dietologia - Dott. Gianfranco Di Lecce Viale della Repubblica, 50 Q, Modugno

Dott. Dino Simone Nutrizionista Via Napoli, 21, Bari

Dott.ssa Nelly Mercurio Corso Cavour, 51, Bari 

Dr.ssa ROSANGELA ALFANO Via Vitantonio di Cagno, 30 Bari

Dr.ssa ELOISA RANIERI Via Re David, 172, Bari 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento