La mentuccia: le proprietà benefiche di quest'erbetta aromatica

Gli usi in cucina e le proprietà benefiche della mentuccia. Scopriamo insieme tutte le informazioni sull'erbetta aromatica

In cucina si usano spezie e aromi per insaporire i piatti e una delle erbette aromatiche più usate nella nostra dieta mediterranea è la mentuccia. Oltre ad essere impiegata nella preparazione degli alimenti ha numerose proprietà benefiche.

Dall’aroma simile alla menta, la mentuccia (Clinopodium nepeta), detta anche nepetella, è un’erba aromatica che viene spesso utilizzata in cucina per dare sapore a tantissimi piatti. È una pianta perenne cespugliosa, che fiorisce da giugno a ottobre e che cresce soprattutto nelle zone montane, nei boschi, e nei luoghi freschi o con terreno calcareo. È detta anche nepetella poiché in antichità si pensava che avesse proprietà curative contro il morso dei serpenti (dal latino nepa = serpente).

La nepetella viene spesso confusa con la menta romana (Mentha pulegium): le due specie, infatti, si somigliano per l’aroma, ma si possono distinguere dall’infiorescenza, a sviluppo verticale con fiori singoli di colore rosa o violetto nel caso della nepetella, tondeggiante con fiori ravvicinati per la Mentha pulegium. 

Proprietà della mentuccia

La mentuccia ha diverse proprietà benefiche per la nostra salute; vediamo quali sono:

  • digestive - è' ricca di fibre e viene utilizzata per regolarizzare l'intestino;
  • carminative - aiuta a contrastare l’aerofagia, eliminando l'aria accumulata nello stomaco e nell'intestino, e lenisce i dolori da essa derivanti;
  • espettoranti – è un valido alleato contro raffreddore, congestione toracica, febbre e malattie dell’apparato respiratorio.

Il miglior modo per assumere la mentuccia e trarne benefici per la salute è tramite l’infusione delle foglie; l’olio essenziale invece, conferisce alla mentuccia proprietà antibiotiche. La si può utilizzare essiccata come essenza per tisane riposanti e nutrienti, ma anche frullata, per ricavarne drink ghiacciati, dissetanti e disintossicanti.

Coltivazione e conservazione

Se avete il pollice verde, la mentuccia può essere tranquillamente coltivata anche in vaso, sul balcone di casa: il periodo di semina ideale è la primavera e la piantina avrà bisogno di una posizione soleggiata o a mezz’ombra. Le foglie e i fiori andranno raccolti durante il periodo della fioritura e possono essere lasciati a essiccare, legandoli a mazzetti e appendendoli in un luogo fresco e asciutto. Una volta essiccata, la mentuccia dovrà essere conservata al riparo dalla luce. Se avete dei gatti fate attenzione e mettete al riparo le vostre piantine: questi piccoli felini amano l’aroma della mentuccia e possono decidere di usufruirne al posto vostro!

La mentuccia in cucina

Dall’aroma simile alla menta, la nepetella viene usata in cucina per aromatizzare primi piatti, carne, pesce, funghi e verdure. La si può gustare anche cruda, da aggiungere ad insalate e cocktail ghiacciati. In Sicilia la mentuccia viene usata anche per aromatizzare le olive da tavola, mentre in Campania viene usata per preparare un particolare liquore aromatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento