Occhiali da sole: come scegliere il giusto modello in base alle lenti

Quando comprate un paio di occhiali da sole non badate solo all'estetica della montatura ma prestate bene attenzione al tipo di lenti: la vostra vista è più importante! Ecco quello che c'è da sapere


Gli occhiali da sole, non sono solo un accessorio da indossare in base alla bellezza della montatura esterna, ma anche un prodotto a cui prestare attenzione soprattutto per il suo elemento fondamentale: le lenti. È necessario scegliere lenti adatte alle esigenze dai nostri occhi e alle attività svolte durante le nostre giornate.

Le caratteristiche da tenere in considerazione

Le caratteristiche tecniche in base alle quali va scelto un buon paio di occhiali da sole sono essenzialmente tre: assorbimento dei raggitipo delle lenti e loro colore.

Assorbimento: il rapporto tra la quantità di luce che colpisce la superficie della lente e quella che attraversa la lente stessa giungendo all’occhio. Quanto più la zona è luminosa, tanto più è richiesta capacità di assorbimento alta. Al mare l’assorbimento delle lenti si aggirerà sul 75-80%, mentre dovrà essere più elevato in montagna (90%).

Tipo di lenti: richiesta la capacità di ridurre la quantità di luce e di selezionare i raggi solari. Devono fare in modo che passino gli infrarossi, che permettono una visione nitida degli oggetti, bloccando però gli ultravioletti, dannosi per gli occhi. In base al trattamento effettuato sulle lenti, le distinguiamo in:

  • Polarizzate, quando lasciano passare la luce in modo selettivo. Obbligano la luce a passare solo sull’asse orizzontale. Così si ha notevole riduzione del riverbero e migliore qualità dell’immagine. Questo tipo di lente è indicata in condizione di elevata illuminazione e di riverbero come sulla neve o al mare. 

  • Con protezione forte, in grado di filtrare selettivamente anche la luce blu grazie ad un trattamento che riduce moltissimo l’abbagliamento e migliora il contrasto delle immagini. Non sono adatte ad utilizzo in condizioni di bassa luminosità.

  • Alla melanina, proteggono gli occhi dalle radiazioni ultraviolette e dalla luce blu, difendendo anche il contorno occhi dalla formazione delle rughe. Trattate con una sostanza simile alla melanina naturale, lasciano passare i raggi infrarossi, garantendo una visione decisamente nitida.

  • Fotocromatiche, cambiano l’intensità del colore a seconda della luce esterna. Nel passaggio da un’ambiente in ombra al pieno sole si schiariscono nel giro di pochi secondi. Ricordate però che non vanno assolutamente bene per la guida. La lente, infatti, aumenta l’intensità del colore a contatto con i raggi ultravioletti, che rimangono schermati dai vetri dei finestrini delle automobili, le lenti non si scuriscono e non evitano il fenomeno dell’abbagliamento.

Colore: la colorazione delle lenti dev’essere tale da consentire di selezionare le onde luminose. Sono sconsigliate lenti con una cromatura graduale (più scuri nella parte superiore, più chiari nella parte inferiore), in quanto la luce non penetra soltanto dall’alto, anzi, in determinate situazioni, quali sull’acqua o sulla neve, la luce riflessa dal basso è particolarmente intensa. Vediamole nel dettaglio. 

Lenti verdi

Sono tra le più versatili, si adattano a varie condizioni atmosferiche, tanto che possono essere indossati sia in pieno sole, che in contesti di parziale o intensa nuvolosità, ma anche nebbia e illuminazione scarsa. 

Lenti grigie/nere

Come le lenti verdi, anche le grigie si adattano a molte condizioni climatiche, dal cielo soleggiato al parzialmente nuvoloso, ma anche alla nebbia e alle situazioni a scarsa luminosità. A differenza delle lenti verdi, però, questa colorazione garantisce una protezione più elevata, e risulta particolarmente adatta a proteggere gli occhi chiari.

Lenti marroni

Sono lenti che accentuano i contrasti e possono alterare in parte la percezione cromatica. Per questi motivi le lenti marroni sono consigliabili per giornate molto soleggiate o al massimo con cielo parzialmente nuvoloso. 

Lenti gialle

Garantiscono nitidezza in caso di nebbia o comunque di illuminazione scarsa, quindi non sono particolarmente indicate per essere utilizzate in pieno sole. Al contempo, però, permettono di filtrare la luce blu di computer e dispositivi mobili, che causano affaticamento della vista e mal di testa. 

Lenti blu

Più che lenti da sole, le lenti blu sarebbero lenti da neve o nebbia, perché, schermando poco i raggi UV, sono particolarmente indicate per definire i contorni e migliorare la percezione dei colori in condizioni di luminosità alterata. 

Lenti rosse

Si adattano a condizioni climatiche varie, dal sole al parzialmente nuvoloso o molto nuvoloso, ma anche alle condizioni di neve. Permettono di migliorare la profondità visiva e assicurano un effetto riposante per l’occhio. 

Lenti in plastica o in vetro

Nella maggior parte dei casi le lenti sono di plastica oppure di vetro temperato. Per svolgere attività sportiva è consigliabile l’utilizzo di lenti di plastica, perché quelle di vetro si rompono più facilmente. Le migliori sono le lenti di vetro molato. Le lenti di vetro fuso possono causare deformazioni dell’immagine (puntare la lente su un oggetto distante e ruotare l’occhiale: in caso di deformazioni la lente è di qualità scadente).

Grandezza della lente

La protezione dell’occhio dipende anche dal tipo e dalla grandezza degli occhiali. Occhiali da sole di piccole dimensioni vanno di moda, ma non sono necessariamente quelli che offrono la protezione migliore. In acqua o sulla neve dovrebbero essere possibilmente utilizzati occhiali da sole con alette. Cercate inoltre di non graffiare le lenti, in quanto ogni graffio richiede un adattamento (con conseguente affaticamento) dell’occhio.

Per avere maggiori informazioni e per essere più sicuri nella scelta degli occhiali da sole più adatti alle vostre esigenze, è bene rivolgersi a uno specialista che vi guiderà nella scelta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento