Come pulire il vetro del forno: i consigli per eliminare lo sporco ostinato

Pulire il forno non è una passeggiata ma rendere come nuovo il vetro di questo elettrodomestico lo è ancora di più. Scopri i prodotti naturali per sgrassare

Il forno, come ogni elettrodomestico, ha bisogno di essere periodicamente pulito. La pulizia però è una delle cose più difficili se non viene fatta con frequenza. A lungo andare le incrostazioni aumentano e diventano sempre più critiche da rimuovere. Poichè è un elettrodomestico sempre a contatto con alimenti, occorre evitare l’utilizzo di prodotti chimici, per non incorrere in problemi di salute.

Eliminare i cattivi odori

Il primo elemento da tenere pulito è il vetro. Qui schizzi di olio e di altri ingredienti emanano cattivi odori, che si accumulano dopo l’utilizzo. La prima cosa da fare è lasciare aperto lo sportello del forno dopo la cottura in modo che ci sia una buona areazione.

Utilizzando un limone tagliato e strofinato in forno sulla superficie interna a mo' di spugna si eliminano tutti gli odori legati alle uova e al pesce.

Uso si prodotti naturali

E' consigliato non usare detersivi chimici o altri prodotti industriali; i migliori risultati si ottengono infatti con l'utilizzo di sostanze naturali. La superficie esterna del vetro del forno si può pulire utilizzando una soluzione composta da bicarbonato, acqua e 2 cucchiai di aceto. Bisogna preparare in una ciotola il composto. Formatasi la schiuma, bisogna versare il liquido in un contenitore spray e spruzzare la superficie da pulire. Con l'aiuto di  una spugna morbida, bisogna strofinare con forza sulle macchie e pulire. Se lo sporco è ostinato si può accendere il forno e attendere che sia caldo, spruzzare il prodotto e lasciarlo agire per diversi minuti e poi pulire sempre con una spugna.

Pulizia del vetro interno

La parte interna del forno, il vetro coibentato può riempirsi di sporco e gocce di liquidi se le guarnizioni si consumano e non riescono più a rendere isolato il doppio vetro.
Qui bisogna smontare il pannello e sganciare (solitamente si tratta di un meccanismo a scatto) il doppio vetro. Per essere sicuri e non sbagliare bisogna seguire le indicazioni guida del modello del proprio forno, per evitare di danneggiarlo o addirittura romperlo. Una volta sganciato è possibile pulirlo in maniera approfondita, rimuovendo ogni residuo di cibo, macchie e aloni.

Se potete è meglio provvedere alla sostituzione delle guarnizioni del vetro del forno, per evitare che dopo pochi utilizzi il problema si ripresenti. E' un'operazione semplice e anche per questa parte del forno non bisogna utilizzare detergenti chimici, ma la soluzione con aceto, acqua e bicarbonato.

In conclusione, per evitare che lo sporco prenda il sopravvento, è preferibile pulire il vetro del forno regolarmente e non far passare troppo tempo tra una pulizia e l’altra. Ne guadagnerete in fatica e in qualità dei vostri cibi preparati in forno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Evitare i furti in casa: i consigli utili con il decalogo della sicurezza

  • Aiuto millepiedi in casa! Come tenerli lontani con poche e semplici mosse

  • Cimici in casa: come tenerle lontane con 4 rimedi naturali

  • Riscaldamento, a Bari termosifoni accesi dal 15 novembre

  • Rincari in bolletta per luce e gas: come avere sconti e pagare meno

  • Sostituzione infissi: risparmiare in bolletta approfittando delle agevolazioni fiscali

Torna su
BariToday è in caricamento