Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Via Argiro, accordo Ferorelli-Decaro: “Nessuna riapertura al traffico”

Il presidente della IX circoscrizione: "Fra una ventina di giorni potremmo installare gli arredi". Al Comune il compito di riasfaltare, ma sui tempi pende un punto interrogativo
Torna a Via Argiro, accordo Ferorelli-Decaro: “Nessuna riapertura al traffico”

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di avv.paolo tamburrino
    avv.paolo tamburrino

     Sembra che le uniche problematiche della citta' siano le vendite dei titolari delle botteghe di via argiro, che peraltro continuano a sostare con i loro furgoni  sulla strada pedonale. ad esempio il furgone nero di proprieta'  del negozio "quadra" invade e sosta nel tratto pedonale quasi ogni sera nella totale impunita' . per non parlare del carico e scarico selvaggio delle merci effettuato in sosta vietata ad ogni ora della giornata e con il "placet" di bottegai e pubblica amministrazione.  Tutte le intersezioni con la via Argiro sono invase da furgoni e camion che , ovviamente, costituiscono evidente pericolo per i poveri pedoni costretti ad attraversare la strada nei pochi centimetri rimasti liberi e senza avere alcuna visuale dei veicoli sopraggiungenti dalle strade carrabili. Ritengo che la sacrosanta pedonalizzazione di talune  strade urbane sia e debba essere adottata a beneficio di tutti i cittadini e nell'interesse primario dei pedoni, e non gia' degli interessi di cassa dei signori commercianti, i quali, tra l'altro, non sono gli unici soggetti a patire gli effetti delle crisi economica del paesem

  • D'accordo sulla chiusura di via Argiro , ma i problemi che crea alle strade attigue vedere Via Melo con C;so . V:Emanuele a salire e scendere, Una volta imboccata via Piccinni se si supera via Melo bisogna arrivare in via A:da Bari per ritornare indietro. Sarebbe meglio chiudere tutto con una alternativa giusta ed efficiente.

Torna su
BariToday è in caricamento