"Truffa e falso" ai danni dell'Agea: sequestrati conti e immobili ad Altamura

Operazione della Guardia di Finanza: coinvolte due imprenditrici e un responsabile di un centro assistenza agricola

La Guardia Di Finanza di Bari ha eseguito sequestro di beni immobili, terreni e conti correnti riconducibili a due imprenditrici agricole di Altamura, Paola Logorano e Clorinda Dolores Cristallo e al responsabile di un centro di assistenza agricola, Giuseppangelo Ninivaggi

Il provvedimento conservativo, per un valore complessivo pari ad oltre 381mila euro, è stato disposto dalla Corte dei Conti nell’ambito di un procedimento per danno erariale avviato a seguito di precedenti indagini della Procura della Repubblica di Bari, in ordine ai reati di falso e truffa ai danni dell’AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura, organo pagatore per i contributi in agricoltura), contestati all’uomo e alle due imprenditrici. Il valore della truffa e del conseguente danno erariale, contestato ai responsabili, è di oltre euro 170mila per Cristallo e Ninivaggi e di circa 211mila euro per Lograno.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Getta mobili e ingombranti per la strada, scoperto grazie ai cittadini della zona: multato 'sporcaccione' al Libertà

  • Cronaca

    Caos Palagiustizia, il sopralluogo dei penalisti nel palazzo ex Telecom: "Giustizia ancora frammentata"

  • Sport

    SSC Bari: la gara di Marsala anticipata di mezz'ora. Abbonamenti: c'è tempo fino al 28

  • Attualità

    Voglia di spaccare tutto? Nel Barese la prima 'rage room' del Sud Italia: "Mezz'ora di distruzione liberatoria"

I più letti della settimana

  • Auto fuori strada sulla provinciale 231: morti due giovani, gravi altri due amici

  • Scoppia incendio in un negozio a Carrassi: fumo per strada e traffico in tilt

  • Libertà, rissa in strada in via Crispi: arrivano polizia e carabinieri

  • Lascia l'auto al Park&Ride, al ritorno non la ritrova: furto nel parcheggio di Largo 2 Giugno

  • In casa 200mila euro in contanti: sequestrato 'tesoretto' ai familiari del boss

  • Voglia di spaccare tutto? Nel Barese la prima 'rage room' del Sud Italia: "Mezz'ora di distruzione liberatoria"

Torna su
BariToday è in caricamento