Inchiesta Aeroporti-Ryanair, Franchini: "Siamo tranquilli. Orgogliosi della nostra gestione"

Il direttore generale di AdP, Marco Franchini, durante la presentazione delle nuove rotte Bari-Berlino e Brindisi-Manchester, ha difeso l'azienda finita nel 'mirino' della procura. Il numero 2 di Ryanair, O'Brien: "Enorme ritorno su turismo ed economia grazie a sviluppo aeroporti"

"Siamo trasparenti, non abbiamo nulla da nascondere e aspetteremo, come sempre, che le indagini facciano il loro corso". Il direttore generale di Aeroporti di Puglia, Marco Franchini, è così intervenuto, durante la conferenza di presentazione delle nuove rotte 2016 di Ryanair da Bari e Brindisi, sull'inchiesta della Procura del capoluogo riguardante presunti aiuti di stato forniti dall'ente aeroportuale alla compagnia irlandese in base all'accordo stipulato per il periodo 2009-2014 e che vede indagato anche l'ex amministratore unico, Domenico Di Paola. Franchini, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha difeso l'operato del management negli ultimi anni: "Qui, quando sono arrivato, nel 2002, c'era letteralmente una piccionaia e il traffico era di soli 400mila passeggeri. I progetti messi in cantiere per lo sviluppo sono stati realizzati in anticipo impiegando tutti i fondi. La Puglia dovrebbe essere orgogliosa di questa realtà ma nonostante ciò c'è un accanimento inspiegabile".

"Non abbiamo alcun problema - ha proseguito Franchini - e trovo ingeneroso tutto ciò.  Quello che mi ha spinto a dedicarmi per tanti anni alla Puglia è stata la sensazione di voler creare sviluppo sociale, tenendo conto che qui siamo lontani dagli assi trasportistici europei. Siamo riusciti a migliorare i servizi per le major e implementare le low-cost con 7 diverse compagnie attualmente operanti. Se rinunciassimo al traffico di Ryanair dovremmo rivedere tanti progetti di sviluppo per l'intera Regione. Non si può ovviamente gestire un aeroporto con un mono gestore, ma ad Alitalia chiedo servizi di qualità, più voli, magari quello per Abu Dhabi, importantissimo per la Puglia".

A supportare le parole del direttore, anche il numero due della Ryanair, David O'Brien, venuto personalmente in Puglia per presentare la nuova offerta di voli attivi da fine marzo con più collegamenti da Bari per Roma-Fiumicino e Berlino e la nuova rotta Brindisi-Manchester: "Non abbiamo avuto contatti a riguardo di questa indagine - dice -. Qui in Italia sembra ci siano sempre inchieste in corso. Ryanair è un'azienda che sta crescendo in tutta Europa. Aeroporti di Puglia opera in un'economia di mercato come le aziende private ed ha realizzato un aeroporto come quello di Bari, gioiello dello sviluppo sostenibile. Ryanair ha portato 32 rotte su Bari e Brindisi, 16 internazionali e 6 capitali europee. Quello che l'Ue richiede alle aziende pubbliche è di operare come un operatore privato, generando utili. Aeroporti di Puglia ha realizzato un enorme ritorno sul turismo e sull'economia regionale".

O'Brien, nel corso della sua conferenza stampa, ha fatto un riferimento al 'duello' commerciale con Alitalia: "A nostro avviso - afferma facendo riferimento alla quota di maggioranza della compagnia di bandiera detenuta da Etihad - deve essere umiliante prendere ordini dagli Emirati Arabi per decidere strategie aziendali. Etihad vuole impedire ai consumatori italiani di fare scelte. Ryanair fa quello che chiedono i consumatori e i clienti, è questo il nostro business". Il manager irlandese, infine, ha parlato della destagionalizzazione del turismo pugliese, attraverso i collegamenti aerei: "Per questo inverno non ci saranno nuove rotte ma - annuncia - a partire dall'inverno 2016 avremo un incremento complessivo anche di questi voli. C'è un impegno a collegare sempre di più la Puglia al resto d'Europa, anche perché è una regione che può offrire molto in termini per i turisti anche per il clima fantastico che avete"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento