Agente penitenziario aggredito nel carcere di San Severo: detenuto barese gli sferra pugno in faccia

L'episodio è stato denunciato dal sindacato nazionale Sappe: "Si tratta - spiegano - della quindicesima aggressione negli ultimi mesi nelle carceri della regione"

Un giovane detenuto di origini baresi avrebbe aggredito un poliziotto penitenziario in servizio nel carcere di San Severo: l'episodio è stato denunciato dal sindacato nazionale Sappe. L'agente, soccorso in ospedale, avrebbe subito un trauma cranico a causa di un pugno sferrato dal detenuto: "Nell’ultimo mese almeno 15 poliziotti nella regione Puglia - spiega il segretario nazionale Sappe, Federico Pilagatti - sono stati fatti oggetto di aggressioni da parte di detenuti sempre più strafottenti e prepotenti. Infatti leggi premiali e permissive e carenze drammatiche nell’organico della polizia penitenziaria, hanno di fatto esplodere questo fenomeno che fino a qualche anno fa era sconosciuto nelle galere della Puglia".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento