Agguato a Giuseppe Mercante, le telecamere hanno ripreso tutto

Le immagini confermano che i killer volevano uccidere. I malviventi indossavano i caschi integrali e non sono ancora stati identificati. Il boss non è in pericolo di vita

Il boss Giuseppe Mercante

Le telecalemere del quartiere Libertà dove ieri pomeriggio c'è stata una sparatoria hanno ripreso tutta la scena. A dare la notizia AntennaSud. Le immagini analizzate dagli uomini della squadra mobile di Bari confermano che quello avvenuto all'incrocio tra via Nicolai e via Brigata è stato un vero è proprio agguato ai danni di Giuseppe Mercante, noto con il soprannome di “Pinuccio u’ drogat”.

I malviventi hanno sparato con l'intenzione di uccidere il boss e infliggere così un duro colpo agli affari del suo clan che gestisce il traffico di droga, le macchine videopoker, oltre ad un giro di usura e di estorsioni.

I due killer, a bordo di un motorino risultato rubato, indossavano un casco integrale e quindi non è stato possibile riconoscere i volti. A sparare è stato il passeggero. Tre in tutto i proiettili esplosi che hanno colpito Mercante al torace, al braccio e al fegato. La vittima è stata trasportata in ospedale da alcuni amici che lo hanno soccorso. E' stato operato al fegato e non sarebbe in pericolo di vita.

I sicari sono fuggiti. Molto presumibilmente l'arma usata è un revolver poichè per terra non sono stati trovati proiettili. La sparatoria si è consumata nei pressi di una pescheria. I poliziotti sentiranno nelle prossime ore i titolari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento