L'alga tossica 'invade' il litorale barese, le analisi Arpa: alte concentrazioni da Giovinazzo a San Giorgio

I tre punti presi in esame, nella zona nord, a Santo Spirito e sulla costa sud, hanno registrato valori "molto abbondanti" di Ostreopsis Ovata. La presenza dell'alga può provocare malesseri come febbre, faringiti e irritazioni

Costa nord e costa sud di Bari 'invase' dall'alga tossica: è il responso delle analisi effettuate dall'Arpa Puglia per le prime due settimane di agosto. I tre punti presi in esame, a Giovinazzo, Santo Spirito e San Giorgio, hanno registrato valori "molto abbondanti" di Ostreopsis Ovata. La presenza dell'alga può provocare malesseri per l'organismo, tra cui febbre, irritazioni e faringiti. Arpa Puglia consiglia "di evitare lo stazionamento lungo le coste rocciose durante le mareggiate" e di "limitare il consumo a scopo alimentare di organismi quali, ad esempio, i ricci di mare.Questi ultimi a causa della loro eco-biologia (brucano sulle alghe) potrebbero potenzialmente accumulare la tossina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Punito e ucciso per uno 'sgarro' nello spaccio: condanna a dieci anni per l'omicidio di Vessio

Torna su
BariToday è in caricamento