Allacci abusivi alla rete elettrica in ristoranti, bar e pizzerie: 131 denunce

L'operazione, denominata "Scacco matto", compiuta dalla Guardia di Finanza in collaborazione con la Security dell'Ente Nazionale Energia Elettrica. 125 in tutto, tra Bari e provincia, i locali che avrebbero rubato energia elettrica, per un valore complessivo di 4 milioni di euro

125 allacci abusivi individuati, in altrettanti locali di Bari e provincia, 131 titolari di esercizi commerciali denunciati per furto di energia elettrica, 6 persone tratte in arresto. E' il bilancio dei controlli compiuti dalla Guardia di Finanza di Bari da metà 2013 sino ad oggi, nell'ambito dell'operazione denominata 'Scacco Matto', condotta in collaborazione con la Security dell’Ente Nazionale Energia Elettrica.

IL VIDEO: GLI ALLACCI ABUSIVI SCOPERTI DALLA FINANZA

I CONTROLLI - Secondo quanto accertato dai finanzieri, i titolari dei locali - bar, pizzerie, ristoranti, pub ma anche lavanderie e pescherie - rubavano la corrente elettrica attraverso allacci abusivi diretti alla rete, oppure attraverso l'utilizzo di potenti magneti sul contatore elettronico che permettevano un risparmio fino al 99% del consumato. In alcuni casi, erano state realizzate anche opere murarie in cartongesso per camuffare il passaggio dei cavi.

I LOCALI SCOPERTI - I locali risultati allacciati abusivamente alla rete Enel sono stati in tutto 125, tra Bari e provincia. Tra questi, 36 bar e pub, 19 pizzerie, 13 ristoranti, 2 hotel, ma anche panifici (10) e supermercati (7), due parrucchieri e anche tre capannoni induistriali.

TRUFFA DA 4 MILIONI DI EURO - Secondo i calcoli forniti dall’Enel, sono 14.500.000 i kw sottratti in modo  fraudolento, per un valore commerciale di oltre 4 milioni di euro; l’IVA da recuperare, invece, ammonta a circa un milione di euro. A conclusione dell’attività d’indagine, tutte le utenze sono state disattivate dai tecnici dell’Enel, mentre i contatori, i “cavi passanti” ed altro materiale tecnico utilizzato per la frode sono stati rimossi e sequestrati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di NinO
    NinO

    Dal Bollettino Ufficiale della Regione @#?*%$ - n. 62 del 17-04-2008 a pag. 8168, si apprende che VILLA MENELAO SRL con sede a Turi provincia di Bari (n. pratica 550) è ammessa al finanziamento a carico della Regione @#?*%$ (per euro 72.618,0) come contributi per la realizzazione di impianti fotovoltaici di cui alla Determinazione dirigenziale n. 1954 del 07.12.06. Non so se questa sia un'aggravante o un'attenuante alla condotta del protagonista di questo articolo ora consigliere regionale, resta il fatto che già avevamo pagato come contribuenti regionali una quota della lusinghiera concorrenza che questa sala faceva e fa sul mercato!  

  • Avatar anonimo di Gemini
    Gemini

    Certo che in quanto a catalogazione dei reati civili e penali,i baresi se ne fottono dei napoletani! Ma ci stesse qualcosa di legale in questa città! Per fortuna sono spessissimo fuori per lavoro,cosicchè più passa il tempo è più mi convinco che per una persona civile e normale questa suburra non vada proprio bene! Che schifo!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sei ore d'interrogatorio dal gip per Giancaspro. Il legale: "Ha risposto a tutte le domande"

  • Attualità

    Papa Francesco torna in città, l'annuncio della Diocesi: "Sarà a Bari a febbraio 2020"

  • Cronaca

    Associazione mafiosa, droga, armi: al via processo ai clan Capriati e Diomede-Mercante, 90 imputati

  • Attualità

    Strade allagate, marciapiedi e rampe sott'acqua dopo il nubifragio. Vigili salvano automobilista in via Buozzi

I più letti della settimana

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri: 32 arresti a Modugno

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Operazione antidroga a Modugno: i nomi degli arrestati

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Approvato il piano assunzionale 2019 in Regione: previsti 416 nuovi contratti

  • L'autista cade dal tir e il mezzo prosegue la sua corsa: inseguimento da film sulla A14

Torna su
BariToday è in caricamento