Arresti Cera padre e figlio: i due restano ai domiciliari, rigettata l'istanza dei legali

I due, rispettivamente ex parlamentare Udc e attuale consigliere regionale de I Popolari, sono accusati a vario titolo di tentata concussione, induzione indebita e corruzione

E' stata rigettata, dal gip del Tribunale di Foggia,  poiché vi sarebbero ancora esigenze cautelari, l'istanza di scarcerazione nei confronti di Angelo e Napoleone Cera, ai domiciliari dal 17 ottobre scorso a seguito di un'inchiesta della Procura dauna sul sistema 'SanitaService'. Padre e figlio, rispettivamente ex parlamentare Udc e attuale consigliere regionale de I Popolari, sono accusati a vario titolo di tentata concussione, induzione indebita e corruzione. L'istanza di scarcerazione era stata presentata dagli avvocati Francesco Paolo Sisto e Michele Curtotti.

Secondo gli investigatori, i due avrebbero effettuato pressioni nei confronti di dirigenti del Consorzio di Bonifica di Capitanata, con l'obiettivo di ottenere assunzioni nell'ente. Selezioni e assunzioni che non si sono verificate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

Torna su
BariToday è in caricamento