Investimento mortale a Capurso, in manette giovane automobilista: "Guida sotto effetto di droghe"

Un 22enne del posto è al momento agli arresti domiciliari. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, l'incidente è avvenuto su via Casamassima. Inutili i soccorsi per il 91enne investito

È finito in arresto intorno alle 3 di stanotte, un 22enne di Capurso accusato di omicidio stradale e guida in stato di alterazione psico-fisico. Il giovane stava infatti guidando la sua utilitaria sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, quando intorno alle 20 su via Casamassima, a Capurso, ha investito un pedone, il 91enne Marco Giuseppe De Benedictis. L'anziano stava attraversando la strada per tornare a casa.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i medici del 118, che hanno trasportato il 91enne al Di Venere, ma non c'è stato niente da fare: intorno alla mezzanotte è deceduto per "arresto cardiocircolatorio irreversibile in politrauma della strada". A ricostruire la dinamica dell'incidente con rilievi tecnici, sono stati i millitari, che hanno poi confermato attraverso esami tossicologici e alcolemici sul 22enne, il fatto che fosse alla guida sotto l'effetto di droghe.

Il veicolo è al momento sotto sequestro, così come la patente del ragazzo, al momento agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • A Santa Caterina apre il nuovo Parco Commerciale: dal 28 febbraio l'inaugurazione dei primi maxi store

Torna su
BariToday è in caricamento