Area ex Set, Sos Città: "La promessa non è stata mantenuta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

I migranti collocati "temporaneamente" nell'area dell'ex SET, a distanza di 3 mesi, sono ancora lì, nonostante siano stati stanziati circa 1 un milione di euro per l'acquisto di container abitativi al fine di garantire migliori condizioni di vita agli stessi.

"Al di là di tutte quelle che possono essere le preoccupazioni dei cittadini residenti e, soprattutto dei genitori dei piccoli alunni frequentanti la scuola adiacente gli immobili dell'ex SET, è disumano lasciare vivere persone come noi in quelle condizioni. C'è umidità, ci sono infiltrazioni d'aria, non ci sono le condizioni igienico-sanitarie per curare e/o prevenire eventuali focolai di malattie. Eppure il tutto continua a vivere nell'ombra, nonostante le promesse del Sindaco Antonio Decaro e dello stesso prefetto Nunziante. Ci sono dubbi che devono essere chiariti perché è un tema che non deve essere lasciato in secondo piano solo perché magari ci troviamo nella periferia della città. "Bariperbene" è anche questo, ovvero promettere quel che si può mantenere, senza prendere in giro nessuno. Purtroppo però il tempo, sta dando ragione a noi e ai residenti." - comunicano in una nota i rappresentanti dell'associazione Sos Città, Danilo Cancellaro e Dino Tartarino.

Torna su
BariToday è in caricamento