Avevano allestito una serra per coltivare cannabis alimentata abusivamente: arrestati due coniugi

Il blitz nella mattinata a Sannicandro: l'allaccio abusivo alimentava anche l'abitazione di un 63enne e della moglie 49enne, con un danno stimato di 416mila euro

Il materiale sequestrato

Sono finiti agli arresti in seguito a un blitz, effettuato all'alba dai carabinieri, un 63enne già noto alle Forze dell'ordine e la moglie, una 49enne di origini brasiliane, accusati di coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente del tipo marijuana, furto di energia elettrica e detenzione illegale di munizionamento.

L'operazione, che ha visto coinvolti il Nucleo operativo della Compagnia di Bari centro, supportati dai militari della Stazione di Sannicandro di Bari, ha messo fine alla serra illegale realizzata dai due coniugi, allestita in un locale attiguo alla loro abitazione di Sannicandro. Al suo interno si coltivava cannabis, con l'ausilio di decine di ventilatori, condizionatori, stufe e di un sofisticato sistema di irrigazione, tutti funzionanti grazie all'allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica con cavo interrato a un metro di profondità, che forniva energia anche all'abitazione dei due. Il danno totale stimato dal furto di energia è di circa 416mila euro.

I militari, durante la perquisizione della serra e dell'abitazione della coppia, hanno sequestrato 84 piante di marijuana di altezza variabile tra i 5 cm e i 200 cm, 75 germogli di Marijuana, circa 3 kg totali lordi della medesima sostanza stupefacente già essiccata, contenuti in involucri in plastica e in vasetti in vetro occultati in vari luoghi dell’abitazione (persino nella lavatrice) e 10 proiettili di diverso calibro. I due arrestati si trovano ora ai domiciliari come misura pre-cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

  • Auto in sosta 'impacchettata' con la carta regalo: "Hai capito che qui non devi parcheggiare?"

Torna su
BariToday è in caricamento