lunedì, 21 aprile 15℃

Ateneo, addetti alle pulizie in protesta contro la riduzione delle ore di lavoro

I lavoratori hanno proclamato lo stato di agitazione e sospeso le attività di pulizia per protestare contro il dimezzamento delle ore di lavoro: "Lo stipendio diminuisce, ma il carico di lavoro resta lo stesso"

Redazione 3 luglio 2012

Ore di lavoro quasi dimezzate, stipendio più basso, ma stesse mansioni da svolgere. Gli addetti alle pulizie dell'Ateneo di Bari non ci stanno, e da oggi hanno proclamato lo stato di agitazione per protestare contro una situazione che si protrae ormai da un paio di mesi.

Risultato: attività di pulizia sospese, e studenti costretti a dribblare cestini stracolmi e rifiuti disseminati qua e là. Ma i lavoratori non mollano: la loro protesta andrà avanti, dicono, finché non otterranno risposte concrete. Intanto in mattinata i sindacati hanno incontrato una delegazione dell'Università, riuscendo ad ottenere la promessa di un allungamento dell'orario di lavoro, attraverso l'estensione del servizio anche al sabato.
 

Annuncio promozionale

Commenti