Via slot machine e videopoker, ad Alberobello un biliardino nel bar per combattere la dipendenza da gioco d'azzardo

La storia di Merycarmen Tedeschi, titolare di una caffetteria nella città dei Trulli: "L'idea ha avuto successo. Non volevo quei giochi nel mio locale"

Foto Fb Comune di Alberobello

Via le slot machine per far posto a un biliardino: ad Alberobello si combattono le dipendenze da gioco d'azzardo cambiando 'direzione' alla propria attività commerciale. E' la storia di Merycarmen Tedeschi, titolare del bar Meyang nella città dei Trulli: la giovane commerciante ha deciso di accantonare videopoker, slot e gratta e vinci, attività remunerative ma 'tossiche' per i propri clienti. Nel bar è così spuntato un biliardino, come nei locali di una volta. Puro divertimento, senza cadere in dipendenze e ludopatia.

"No al videopoker e alle slot nel mio locale"

"Quando ho aperto ho pensato di mettere slot e gratta e vinci per avviare l’attività - spiega Merycarmen - ma dopo poco tempo ho cambiato idea perché non mi piaceva che nel mio locale ci fosse questo tipo di gioco. Allora mi è venuta l’idea di sostituire le macchinette con un biliardino e devo dire che l’iniziativa è stata subito accolta con successo”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'idea è piaciuta ai cittadini e ai turisti che visitano la nota località della Valle d'Itria patrimonio mondiale Unesco: "Da parte dell’amministrazione comunale va un grande plauso a Merycarmen - ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Alberobello, Anna Piepoli - perché questo suo straordinario gesto le fa onore e conferma la volontà di questa Comunità di dimostrarsi unita contro la problematica del gioco d’azzardo patologico. A dicembre abbiamo organizzato un convegno sul tema e non abbasseremo la guardia invitando sempre i cittadini ad aprire gli occhi su questa dipendenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro nel ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento