San Paolo, tartarughe esotiche e protette in un laghetto condominiale

Gli esemplari, della specie 'dalle guance rosse', regolata da normative internazionali, sono stati scoperti dal Corpo Forestale dello Stato su segnalazione di un comitato cittadino. Le tartarughe sarebbero state abbandonate da qualche abitante della zona

Non dovevano essere lì le tartarughe 'dalle guance rosse' scoperte dal personale del Corpo Forestale dello Stato di Bari. Su segnalazione di un comitato di quartiere, gli agenti hanno rinvenuto in uno stagno condominiale di circa 20 mq del quartiere San Paolo, diversi esemplari della specie protetta esotica 'Trachemys scripta elegans' regolata da normative internazionali, probabilmente abbandonati da alcuni abitanti della zona, in un luogo inadatto, a contatto con altre tartarughe e pesci rossi.

Secondo gli esperti, infatti, la specie, in via d'estinzione, è portatrice di salmonella e andrebbe maneggiata con particolare attenzione, evitandone il contatto diretto con i bambini. L'abbandono inoltre è un reato perseguibile penalmente. Le tartarughe sono state affidate alle cure di un centro autorizzato

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento