Bari vecchia: blatte, topi e sporcizia. I residenti: "Situazione allarmante"

Il comitato di quartiere sollecita l'Amiu ad attivarsi per risolvere "una situazione igienico-sanitaria preoccupante". Da Palazzo di Città assicurano: gli interventi saranno intensificati

Bidoni e cestini dei rifiuti stracolmi, cattivi odori che fuoriescono dai tombini, topi, scarafaggi e blatte sempre più di frequente 'avvistati' per i vicoli. Una situazione "molto preoccupante", quella denunciata dai residenti del borgo antico, aggravata dal caldo intenso di questi giorni.

A lanciare l'allarme è il Comitato di quartiere Bari Vecchia, insieme al circolo Acli-Dalfino, da sempre portavoce degli abitanti della zona. In una lettera indirizzata al sindaco Decaro e al presidente dell'Amiu, Gianfranco Grandaliano, le associazioni chiedono interventi immediati per risolvere la "critica situazione igienico-sanitaria".

"In Largo San Sabino (di fronte all’ufficio postale di Bari vecchia) - spiega il vicepresidente dell'Acli Dalfino, Michele Fanelli - vi è ancora la presenza dell’isola ecologica, che attrae a sé altra sporcizia, divenendo una discarica 'a cielo aperto' e nessuno fa niente. Da rilevare - prosegue Fanelli - anche una carenza di cestini porta-rifiuti. In Piazza Cattedrale ne sono arrivati 3 ma certamente non bastano a soddisfare il fabbisogno dei residenti e dei turisti".

Al disagio causato da sporcizia e rifiuti, si aggiunge poi quello legato agli episodi di criminalità. All'indomani della sparatoria avvenuta qualche sera fa in pieno centro, tra corso Vittorio Emanuele e piazza Chiurlia, gli esercenti della zona hanno chiesto più sicurezza e maggiori controlli. Ma in generale, secondo quanto denunciano dalle associazioni dei residenti, in tutta la zona di registrerebbe un'impennata dagli episodi di microcriminalità. Furti e scippi, ma anche raid vandalici, come quelli che soltanto sabato sera hanno disturbato lo svolgimento della notte bianca dei bambini sulla Muraglia.

Precise le richieste avanzate dal Comitato di quartiere a Comune e Amiu per cercare di risolvere i problemi igienico-sanitari del quartiere: disinfestazione e lavaggio di tombini e cassonetti, disinfestazione e derattizzazione dei ruderi presenti nella città vecchia, presenza di un operatore ecologico la domenica, lunedì e martedì nelle piazze con afflusso dei turisti (Cattedrale, Basilica, p.zza Mecantile e p.zza Ferrarese), ma anche l'installazione di nuovi cestini dei rifiuti e bagnotti a disposizione di residenti e turisti.

Il Comune ha assicurato che gli interventi nella zona saranno intensificati, ed andranno ad aggiungersi a quelli già programmati nelle scorse settimane, tra cui la disinfestazione antiblatte annunciata qualche giorno fa.

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Animali domestici: le regole da rispettare se vivi in un condominio

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Battiti Live a Bari, svelato il cast: ecco chi sarà sul palco per il gran finale

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

  • Assenteismo all'ospedale San Giacomo di Monopoli: scatta il blitz, 13 arresti e decine di indagati

Torna su
BariToday è in caricamento