Bari vecchia: blatte, topi e sporcizia. I residenti: "Situazione allarmante"

Il comitato di quartiere sollecita l'Amiu ad attivarsi per risolvere "una situazione igienico-sanitaria preoccupante". Da Palazzo di Città assicurano: gli interventi saranno intensificati

Bidoni e cestini dei rifiuti stracolmi, cattivi odori che fuoriescono dai tombini, topi, scarafaggi e blatte sempre più di frequente 'avvistati' per i vicoli. Una situazione "molto preoccupante", quella denunciata dai residenti del borgo antico, aggravata dal caldo intenso di questi giorni.

A lanciare l'allarme è il Comitato di quartiere Bari Vecchia, insieme al circolo Acli-Dalfino, da sempre portavoce degli abitanti della zona. In una lettera indirizzata al sindaco Decaro e al presidente dell'Amiu, Gianfranco Grandaliano, le associazioni chiedono interventi immediati per risolvere la "critica situazione igienico-sanitaria".

"In Largo San Sabino (di fronte all’ufficio postale di Bari vecchia) - spiega il vicepresidente dell'Acli Dalfino, Michele Fanelli - vi è ancora la presenza dell’isola ecologica, che attrae a sé altra sporcizia, divenendo una discarica 'a cielo aperto' e nessuno fa niente. Da rilevare - prosegue Fanelli - anche una carenza di cestini porta-rifiuti. In Piazza Cattedrale ne sono arrivati 3 ma certamente non bastano a soddisfare il fabbisogno dei residenti e dei turisti".

Al disagio causato da sporcizia e rifiuti, si aggiunge poi quello legato agli episodi di criminalità. All'indomani della sparatoria avvenuta qualche sera fa in pieno centro, tra corso Vittorio Emanuele e piazza Chiurlia, gli esercenti della zona hanno chiesto più sicurezza e maggiori controlli. Ma in generale, secondo quanto denunciano dalle associazioni dei residenti, in tutta la zona di registrerebbe un'impennata dagli episodi di microcriminalità. Furti e scippi, ma anche raid vandalici, come quelli che soltanto sabato sera hanno disturbato lo svolgimento della notte bianca dei bambini sulla Muraglia.

Precise le richieste avanzate dal Comitato di quartiere a Comune e Amiu per cercare di risolvere i problemi igienico-sanitari del quartiere: disinfestazione e lavaggio di tombini e cassonetti, disinfestazione e derattizzazione dei ruderi presenti nella città vecchia, presenza di un operatore ecologico la domenica, lunedì e martedì nelle piazze con afflusso dei turisti (Cattedrale, Basilica, p.zza Mecantile e p.zza Ferrarese), ma anche l'installazione di nuovi cestini dei rifiuti e bagnotti a disposizione di residenti e turisti.

Il Comune ha assicurato che gli interventi nella zona saranno intensificati, ed andranno ad aggiungersi a quelli già programmati nelle scorse settimane, tra cui la disinfestazione antiblatte annunciata qualche giorno fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento