Bimbo figlio di due donne, ok dei giudici alla trascrizione dell'atto di nascita

La vicenda era finita al centro di un contenzioso giudiziario: per il tribunale di Bari il Ministero dell'Interno "non può considerarsi legittimato all’azione di rettificazione degli atti dello stato civile"

Il Tribunale di Bari mette fine al contenzioso giudiziario relativo alla trascrizione dell'atto di nascita di un bimbo figlio di due donne, una inglese e una italiana, effettuata due anni fa dal Comune di Bari.

I giudici hanno dichiarato estinto il procedimento, ritenendo che "il Ministero dell’interno non può considerarsi legittimato all’azione di rettificazione degli atti dello stato civile".

Inizialmente, la cancellazione dell'atto era stata chiesta dalla Procura che tuttavia, dopo aver accertato l’avvenuta trascrizione in Italia dell’unione civile contratta all’estero tra le due donne, l'aveva revocata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto si era opposto il Viminale, secondo il quale sostenendo che la cittadinanza italiana si acquista iure sanguinis, per nascita da padre o da madre cittadini italiani, e che quindi un bambino partorito all’estero da madre britannica, anche se unita civilmente con una donna italiana, non avrebbe potuto ottenere la cittadinanza italiana. Oggi la decisione del Tribunale, che, pur non entrando nel merito, ha messo fine alla vicenda.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

Torna su
BariToday è in caricamento