Boss Diomede assunto all'Amiu, ascoltati due sindacalisti

Convocati in Procura come persone informate sui fatti: il boss sarebbe stato assunto sulla base di un accordo sindacale che tuttavia non risulterebbe tra i documenti acquisiti. Per questi gli investigatori voglio vederci chiaro

Continuano le indagini della Procura di Bari sulla vicenda dell'assunzione all'Amiu del boss di Carrassi, Franco Diomede. Nelle scorse ore, due sindacalisti sono stati ascoltati come persone informate sui fatti.

Le indagini ruotano intorno ad un presunto accordo sindacale che avrebbe consentito l'assunzione del boss pur in assenza dei necessari requisiti. Un documento di cui, tuttavia, gli investigatori non hanno trovato traccia tra la documentazione acquisita nel corso delle indagini.

Nell'inchiesta è coinvolto il presidente della municipalizzata Gianfranco Grandaliano, indagato per falso in atto pubblico e truffa aggravata dall'articolo 7 (aver cioè favorito un'associazione mafiosa).

L'obiettivo degli inquirenti è quello di ricostruire i passaggi che hanno portato all'assunzione del boss.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Santa Rita, amianto nelle campagne. M5S: "Ancora nessun intervento di bonifica"

    • Cronaca

      VIDEO - Checco Zalone per la ricerca sulla Sma: uno spot 'irriverente' per promuovere la raccolta fondi

    • Cronaca

      Ex Fibronit verso la messa in sicurezza definitiva, assemblea pubblica a Japigia

    • Cronaca

      'Puliamo il mondo', volontari in azione a Carbonara: via i rifiuti da strada La Grava

    I più letti della settimana

    • Sparatoria a Poggiofranco, giovane ferito in Stradella del Caffè

    • Estorsioni, arresti nel clan Strisciuglio: imprenditore costretto a pagare per dieci anni

    • Via De Rossi, devastano auto parcheggiate: presi tre studenti Erasmus

    • San Girolamo, in moto con la pistola: 17enne bloccato dopo inseguimento

    • Pistola in pugno, assaltano centro medico: rapinatori in fuga con il bottino

    Torna su
    BariToday è in caricamento