Lettera di minacce al vicesindaco Brandi: "Ci vediamo tra 60 giorni". Indaga la Digos

Secondo gli inquirenti, l'episodio potrebbe riguardare la vicenda dello sgombero delle case popolari di via Don Gnocchi, al San Paolo, deciso a dicembre dal Tribunale

"Sono tranquillo e continuo a lavorare con serenità come ho sempre fatto". Il vicesindaco di Bari, Vincenzo Brandi, interpellato da Bari Today, commenta così la lettera minatoria giunta diversi giorni fa nella sede dell'Assessorato al Patrimonio, nella quale vi era scritto "Ci vediamo tra 60 giorni", un riferimento, secondo gli inquirenti della Digos, allo sgombero delle case popolari di via don Gnocchi, al quartiere San Paolo, deciso un mese fa dal Tribunale del Riesame pronunciatosi dopo un ricorso della Procura. La missiva era stata rinvenuta dallo stesso Brandi, il 30 dicembre scorso, sotto la porta d'ingresso dell'Assessorato.

Brandi ha quindi deciso di denunciare tutto alla Polizia: "E' la prima volta di minacce scritte - afferma - anche se in questi anni ne ho ricevute diverse altre, verbali e non solo, riguardanti l'emergenza abitativa. Una volta qualcuno aveva cosparso di benzina l'accesso all'assessorato" ma non sono mancati anche punteruoli e altri tentativi di provocazione. Per il vicesindaco con delega proprio all'Edilizia Popolare, "si trattava di episodi collegati da un lato alla disperazione, dall'altro al tentativo di voler raggiungere l'obiettivo". Stavolta, però, se ne sta occupando direttamente la Digos.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

  • Auto in sosta 'impacchettata' con la carta regalo: "Hai capito che qui non devi parcheggiare?"

Torna su
BariToday è in caricamento