Calcioscommesse, Laudati: "Giocate su Lega Pro fatte anche dall'estero"

Il procuratore capo di Bari: "E' singolare che bookmaker inglesi o asiatici quotino scommesse su partite di Lega Pro. Evidentemente ci sono interessi dietro che condizionano il nostro sistema"

"I soldi che riguardano la frode sono ben poca cosa rispetto al business delle scommesse. Ci sono miliardi di euro giocati sui mercati di tutto il mondo ed è singolare che bookmaker inglesi o asiatici quotino scommesse su partite di Lega Pro. Evidentemente ci sono interessi dietro che condizionano il nostro sistema".

Lo afferma il procuratore di Bari, Antonio Laudati, parlando con il Tgcom dell'inchiesta sul calcioscommesse che ieri ha portato alla notifica di avvisi di fine indagine per frode sportiva a 33 indagati, 27 dei quali sono calciatori. "Il mondo del calcio - dice Laudati ai microfoni del Tgcom, che ne dà notizia in una nota - è difficile, questi ragazzi sono professionisti e sono sottoposti a stress incredibili, però non tutti reggono". Storia chiusa? "No", conclude il magistrato. (Ansa)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento