Impallinato e impiccato con un filo di acciaio: la storia di Chicco

Il cucciolo è stato ritrovato da alcuni volontari nelle campagne di Castellana: nonostante la ferita profonda che gli aveva reciso la trachea si è salvato, e ora ha trovato un nuovo padrone

Chicco, il cane salvato dai volontari - Foto Geapress.org

Impiccato con un filo di acciaio, di quelli utilizzati per i freni delle biciclette, poi impallinato. Un gesto di inaudita brutalità, compiuto da chissà chi nelle campagne di Castellana. Perchè lì Chicco, il cane protagonista di questa terribile vicenda, è stato ritrovato da alcuni volontari che nella zona si occupano di accudire i cani randagi. La notizia è riportata dal sito Geapress.org.

Nonostante la ferita profonda che gli ha reciso la trachea, e che gli impedirà per sempre di abbaiare, Chicco è riuscito a salvarsi: è stato operato, la gola è stata in parte ricucita, e sebbene con grande difficoltà Chicco ha ripreso ad alimentarsi. E non appena starà meglio, potrà avere anche una nuova casa, perchè nel frattempo i volontari hanno trovato qualcuno disposto ad adottarlo.

Casi di maltrattamenti come quelli subiti da Chicco, denunciano i volontari, non sono purtroppo infrequenti. Il randagismo, infatti, è un problema diffuso nella zona, e la presenza mal tollerata presenza dei cani randagi sfocia purtroppo anche in episodi simili a quello di Chicco. Se qualcuno vuole aiutare i cani del luogo, ricordano i volontari, può fare riferimento al canile di Putignano gestito dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento