G7, nuove telecamere intorno al Castello: "Apriremo temporaneamente il giardino Isabella d'Aragona"

Questa mattina il Comune ha disposto il finanziamento per l'installazione degli occhi elettronici, così da aumentare la sicurezza durante il summit previsto dall'11 al 13 maggio

Il giardino di piazza Isabella d'Aragona sarà accessibile temporaneamente durante il periodo del G7, in programma  in programma a Bari dall’11 al 13 maggio prossimo. Il Comune ha infatti disposto la rimozione del cantiere per il breve periodo in cui i 'grandi della Terra' faranno visita alla città, visto che non sarà possibile terminare in tempo i lavori nell'area adiacente al Castello Svevo

I lavori in piazza - "Prima dell’inizio del summit - spiega l'assessore Galasso -, l’area di cantiere sarà liberata dalle recinzioni e dalla presenza dei mezzi e sarà completato il rifacimento del basolato dell’area prospiciente piazza Massari, in continuità ideale con la pavimentazione già posata a seguito della pedonalizzazione di piazza Federico II di Svevia. Per l’appuntamento con il G7 sarà anche ultimato il cordolo del marciapiede di fronte alla Questura". 

L'area sarà nuovamente recintata dopo il 13 maggio per poter proseguire i lavori: verranno montati i cordoli di perimetrazione delle aiuole, sarà posata tutta la pavimentazione, installati i nuovi pali della pubblica illuminazione e completato l'impianto di irrigazione. Ultimo step sarà il collocamento degli arredi urbani nella zona. Risolta anche la questione degli alberi: "Nei giorni scorsi abbiamo anche ricevuto il parere favorevole della Soprintendenza sulla scelta di piantare 52 lecci in sostituzione dei pini rimossi qualche tempo fa per questioni di sicurezza - commenta l'assessore -. Saranno alberi adulti, di altezza non inferiore ai 2,5 metri e diametro del fusto di circa 25 centimetri. Secondo le indicazioni ricevute dalla Soprintendenza, le piante verranno disposte su due allineamenti in posizione alternata, in modo tale da non occultare la vista del Castello e creare, quindi, una cortina verde a corredo dell’intera visuale".

Le nuove telecamere - In mattinata è stata anche approvata la variante del progetto di installazione delle telecamere per la videosorveglia: verranno utilizzati 56mila euro per montare cinque 'occhi elettronici' intorno al Castello Svevo, così da aumentare la sicurezza sia per il summit del G7. Le telecamere saranno in alta definizione full hd, con infrarossi, manovrabili in remoto dalla sala operativa della Polizia municipale e, a differenza delle altre previste, ruotabili a 360 gradi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • A Santa Caterina apre il nuovo Parco Commerciale: dal 28 febbraio l'inaugurazione dei primi maxi store

Torna su
BariToday è in caricamento