Omicidio a Carbonara: ucciso il 40enne Giovanbattista Genchi

L'agguato intorno alle 14.10 in via Vittorio Veneto, davanti alla scuola elemtare Diaz. L'uomo è stato raggiunto da cinque colpi d'arma da fuoco al volto. Ferita di striscio una donna che si trovava a transitare a bordo di un'auto

Una raffica di colpi rompe il silenzio del primo pomeriggio. Sono da poco passate le 14 quando in Vittorio Veneto, a Carbonara, i sicari entrano in azione. La sparatoria avviene a pochi passi dalla scuola elementare Armando Diaz.

L'AGGUATO - Cinque i colpi, forse di revolver, che raggiungono al volto la vittima: Giovanbattista Genchi, 40 anni. L'uomo, che abitava in una stradina poco distante, era appena uscito di casa per andare a buttare la spazzatura. In quel momento sarebbe sopraggiunta un'auto, dalla quale sono partiti i colpi - probabilmente sette in tutto, cinque dei quali andati a segno - che lo hanno ucciso.

FERITA UNA PASSANTE - Uno dei proiettili ha raggiunto un'auto che transitava in quel momento, mandando in frantumi il finestrino del lato passeggero. A bordo una coppia di stranieri, residenti a Bari. La donna è rimasta lievemente ferita ad un braccio dalle schegge, ed è stata medicata presso il pronto soccorso dell'ospedale Di Venere.

I SOCCORSI E I RILIEVI - Sul luogo dell'agguato sono subito accorsi la moglie della vittima e alcuni parenti. Immediato l'intervento di un'ambulanza del 118, che però si è rivelato inutile. Sono intervenuti carabinieri, agenti della Squadra mobile, polizia municipale e personale della Scientifica. Sul posto anche il pm della Direzione distrettuale antimafia di Bari Patrizia Rautiis e il medico legale Francesco Vinci, esperto di balistica, dell'Istituto di medicina legale dell'Università di Bari, che nelle prossime ore dovrebbe ricevere dalla Procura l'incarico per l'autopsia.

LA VITTIMA E LE INDAGINI - Giovanbattista Genchi, ex sorvegliato speciale, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, anche se lontani nel tempo. Secondo gli investigatori, Genchi attualmente non risultava legato ad alcun clan. Nel passato invece, sempre secondo fonti investigative, sarebbe stato vicino al clan Stramaglia, attivo nel quartiere e in contrasto con il clan Di Cosola (con cui però, come emerso da un'indagine che proprio ieri ha portato a 28 arresti di presunti affiliati dei due clan, avrebbe stretto una 'pax mafiosa'). Tuttavia le indagini sono appena all'inizio, e toccherà agli inquirenti fare luce sul contesto in cui l'omicidio - che ha le modalità di una vera e propria esecuzione - è maturato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

  • Tragedia a Bitritto, colto da malore nel suo negozio: muore commerciante

Torna su
BariToday è in caricamento