Cassonetti bruciati in centro, Decaro presenta denuncia in Questura: "Imbecilli da individuare al più presto"

Il primo cittadino si è recato negli uffici di Polizia assieme al presidente dell'Amiu dopo i roghi della notte tra giovedì e venerdì: secondo una prima stima i danni ammonterebbero a circa 10mila euro

Il sindaco Antonio Decaro e il presidente dell'Amiu Sabino Persichella hanno presentato una denuncia in Questura per chiarire l'incendio di 20 cassonetti per la raccolta dei rifiuti dati alle fiamme in diverse strade del centro cittadino, da Madonnella a piazza Umberto. L'episodio, al vaglio anche della Polizia Locale, era stato subito segnalato dai residenti del Comitato dell'Umbertino, zona dove è stato rinvenuto il maggior numero di bidoni bruciati,

Il sindaco: "Non ci facciamo intimidire"

“Una volta verificate le postazioni e accertati i danni siamo venuti in Questura per presentare una formale denuncia – spiega il sindaco Antonio Decaro -. Le Forze dell’Ordine sapranno presto far luce su questo accaduto. Sia che si sia trattato di un gesto per fare pressioni sull’azienda che gestisce il servizio di raccolta o sull’amministrazione comunale, i responsabili devono sapere non ci facciamo intimidire da nessuno. Se invece si è trattato di un atto vandalico, parliamo di imbecilli che hanno fatto spendere tanti soldi all’azienda e quindi ai cittadini baresi. In ogni caso noi speriamo che vengano presto individuati così da fargli pagare il costo dei danni. Le postazioni bruciate sono tutte in una zona centrale per cui non sarà difficile per gli inquirenti, trovare immagini riprese dalle telecamere che abbiamo, sia pubbliche sia private”.  

"In fumo 10mila euro"

Il presidente Amiu Persichella ha già una prima stima dei danni provocati dall'atto vandalico: "Solo in una notte - ha affermato - sono andati in fumo non meno di 10mila euro, tra cassonetti, ripristino, lavoro dei dipendenti e naturalmente quelle che sono poi le conseguenze sugli altri servizi perché abbiamo dovuto far intervenire squadre per ripristinare il tutto e per controllare, oltre all'intervento dei vigili del fuoco. Sono situazioni che non possiamo accettare sia che si tratti, appunto, del gesto di qualche sciagurato contro la città e ancora di più se dovesse essere un atto indirizzato a cambiare quelli che sono l'indirizzo, l'orientamento, la filosofia dell'Amministrazione comune e dell’Amiu sulla gestione del servizio" ha concluso Persichella.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Si reca a denunciare gli ignoti... Non sarebbe più facile andare dai “noti” che Ogni pomeriggio/sera/notte danno @#?*%$ a pedane e sedie per poi lasciarle lì sul marciapiede nella prima rotonda che collega strada Modugno Carbonara a strada Santa Caterina. O quello non fa notizia?Non fa parte di Bari forse?

  • Con tutte le telecamere che esistono nella zona sarà facile scoprire i vandali e poi sanzionarli in maniera esemplare.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ferrovie Sud Est e il crac da 230 milioni: i conti dell'azienda "tessere di un puzzle impazzito"

  • Cronaca

    Pistola giocattolo e passamontagna, si preparava al colpo in farmacia: arrestato 50enne

  • Cronaca

    Gazebo a Bari vecchia, accordo Comune-Soprintendenza sul regolamento: "Ora incontriamo i commercianti"

  • Cronaca

    Lavori notturni per il montaggio della passerella di viale Traiano: da giovedì i primi interventi

I più letti della settimana

  • Chicco è tornato a casa: ritrovato il cagnolino rubato insieme ad un'auto

  • Nuova ferrovia Bari-Torre a Mare, da domani e fino al 2020 i lavori in Tangenziale: deviazioni a Japigia

  • Violenta rissa per strada armati di ascia e pistola: arrestati sei giovani a Rutigliano

  • L'Università di Bari al top in Italia: giudizio positivo dall'Anvur, "stesso voto della Bocconi"

  • Rutigliano, scoppia rissa in strada: giovane ferito

  • '"Cercasi comparse di origine africana", tre giorni di casting per il nuovo film di Checco Zalone: già 150 partecipanti

Torna su
BariToday è in caricamento