L'area di proprietà comunale trasformata in discarica abusiva: denunciati madre e figlio

L'operazione della Polizia locale a Ceglie: l'area era stata recintata per il deposito di rifiuti speciali non pericolosi, oltre che per il ricovero di conigli e galline

L'area, di proprietà comunale, era stata recintata in modo da impedire l'accesso ad altre persone, e trasformata in una discarica abusiva, oltre Screen Shot 02-28-18 at 11.50 AM 001-2che in un ricovero per animali domestici. Scoperti dalla polizia locale, sono finiti nei guai, a Ceglie del Campo, madre e figlio, denunciati per reati ambientali e occupazione abusiva di area di proprietà comunale. 

Secondo quanto accertato dagli agenti, che hanno posto sotto sequestro l'area, i due se ne erano impossessati da mesi, depositando rifiuti speciali non pericolosi di vario genere. Il sito era inoltre diventato un 'pollaio', in cui trovavano riparo galline, conigli e anche due capre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'operazione della Polizia locale è stata condotta insieme ad Asl e carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Le Frecce Tricolori tornano a Bari: il 28 maggio tappa del 'Giro d'Italia' per le vittime del Covid-19

  • In Puglia 27 nuovi casi di Coronavirus, Lopalco rassicura sull'impennata dei contagi: "Numeri riferiti a periodi precedenti"

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento