Japigia, il Centro Famiglie intitolato a Mimmo Bianco

La V Circoscrizione ha deciso di dedicare la struttura alla memoria del noto psicologo scomparso nel 2011, professionista al servizio degli 'ultimi' del quartiere

E' stato ufficialmente intitolato allo psicologo Mimmo Bianco, prematuramente scomparso nel 2011, il Centro Famiglie polifunzionale di Japigia, struttura gestita dalla Fondazione Giovanni Paolo II, sempre più punto di riferimento per il quartiere, situata in via Giustina Rocca, a pochi passi dal Palaflorio e dal polivalente. L'intitolazione è stata decisa all'unanimità dal Consiglio della V Circoscrizione: "Abbiamo pensato - ha affermato Nico Carnimeo, vicepresidente dell'Ente territoriale che raggruppa Japigia e Torre a Mare - di rendere omaggio ad una persona che tanto si è spesa per promuovere il riscatto sociale di un territorio". Bianco ha operato in una struttura che insiste nel cuore di un'area non priva di problematiche e disagi sociali. Lo psicologo è stato ricordato in Consiglio per la grande professionalità che lo ha contraddistinto, esaltata magistralmente dalle sue impareggiabili doti di umiltà ed umanità profonda. "Era particolarmente ben voluto dagli utenti del centro - ha proseguito Carnimeo - e la delibera, recentemente approvata dal Consiglio, intende rendere omaggio ad una persona distintasi soprattutto per la sua dedizione in favore degli 'ultimi'".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Centro Famiglie, inaugurato nel settembre 2011 si occupa di offrire ascolto e sostegno a famiglie, coppie, genitori single e neo mamme in difficoltà attraverso consulenze psicologiche ma anche legali di tipo specialistico. Molti i servizi dedicati anche ai cittadini del quartiere, dai corsi d'informatica e di lingua, alle attività sportive. Tra i servizi dedicati ai più giovani sono attivi percorsi di prevenzione alle dipendenze, di educazione alla legalità e all'affettività rivolti ad adolescenti; interventi di sostegno scolastico; laboratori musicali e teatrali, nonché un'area per la mediazione e il confronto interculturale tra migranti e cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento