Tra ecofacilitatori e laboratori per le scuole, la differenziata alla portata di tutti: "Porta a porta a Bari Vecchia in estate"

Presentato il progetto 'Chi ti ama fa la differenza': banco di prova iniziale sarà la festa del Santo Patrono. Previsti anche progetti per gli istituti scolastici del capoluogo

Un gruppo di eco-animatori per sensibilizzare i cittadini a una corretta raccolta differenziata, Ape e Tr-ricicli in giro per la città durante i grandi eventi e un grande progetti di sensibilizzazione nelle scuole: sono i tre pilastri del progetto 'Bari fa la differenza', realizzato da Comune e Amiu Puglia in collaborazione con Conai e i Consorzi nazionali per il riciclo di acciaio (Ricrea), alluminio (Cial), carta e cartone (Comieco), plastica (Corepla) e vetro (Coreve). L'iniziativa si svilupperà a cominciare da 10 eco-animatori under 30 formati dopo un percorso di 2 mesi. I ragazzi saranno in grado di coinvolgere i baresi in modo simpatico e propositivo, distribuendo materiali su come differenziare, utilizzando mezzi ad hoc e gazebo in una cornice 'verde'. Durante fiere e sagre, inoltre, vi sarà un potenziamento del servizio di igiene urbana utilizzando anche Ape-ricicloni e Tr-ricicli che sosteranno in punti strategici della città. Il primo test sarà durante la festa di San Nicola. 

Eco-ricettario, progetti e laboratori nelle scuole

Per le scuole primarie e secondarie, invece, previsti laboratori specifici con l'obiettivo di formare 'opinion leader' della differenziata, designando un 'eco-capitano' per gruppo che si occuperà di controllare il corretto conferimento dei rifiuti durante la merenda. Al termine del percorso è previsto uno show cooking con uno speciale impiattamento nelle 5 tipologie di imballaggi previste. Vi sarà anche la preparazione di un Ecoricettario, con piatti della tradizione barese da tenere e le regole per conferire correttamente scarti e imballaggi. Si comuncerà dal 14 maggio con la scuola 'Corridoni' di Bari Vecchia “Abbiamo la fortuna di essere supportati costantemente dai consorzi in questo importante processo di trasformazione della nostra città - ha dichiarato Antonio Decaro -. L’amministrazione comunale e Amiu sono impegnati quotidianamente nel servizio di raccolta differenziata e nelle azioni di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini che stanno rispondendo molto bene, cogliendone tutti i benefici e facendo la loro parte, così come gli abbiamo chiesto. I baresi hanno davvero compreso l’utilità e la convenienza della raccolta differenziata, anche perché conferire i rifiuti in discarica ci costa 150 euro per ogni tonnellata. Con la differenziata, invece, otteniamo un risparmio che possiamo reinvestire nella copertura dei costi maggiori del porta a porta attraverso l’investimento in risorse umane e campagne di sensibilizzazione. La percentuale nei quartieri in cui abbiamo introdotto il porta a porta si attesta attorno all’81%, un dato che ha contribuito a portare la percentuale complessiva della città al 41%".

Dall'estate il porta a porta anche a Bari Vecchia

"Bari fa la differenza” - ha detto Pietro Petruzzelli - si sostanzia di nuovo senso per la città. Grazie alla collaborazione di Conai e i consorzi per il riciclo degli imballaggi, da questo momento abbiamo la possibilità di far diventare il nostro progetto una vera e propria best practice italiana, perché non si tratta solo di una semplice campagna di sensibilizzazione ma di un processo accompagnamento alle buone abitudini. Abbiamo messo a punto un sistema virtuoso attraverso il quale è possibile sensibilizzare i cittadini attraverso un rapporto diretto, rendere davvero i bambini agenti del cambiamento nelle scuole e nelle case con un approccio di responsabilizzazione dei piccoli ed essere presenti nei grandi momenti di aggregazione cittadina, puntando sulla capacità di riproduzione dei comportamenti corretti a discapito di quelli sbagliati e coinvolgendo risorse umane molto giovani, cui abbiamo fornito una formazione gratuita e una nuova professionalità nell’ambito della comunicazione ambientale". Intanto, sul fronte dell'introduzione del porta porta si registrano novità: il servizio sarà avviato dall'estate anche a Bari Vecchia per poi proseguire nei quartieri San Paolo/Stanic-Carbonara, Ceglie e Loseto coprendo, per la fine del 2018, un territorio con oltre 130mila abitanti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acido caustico nel succo di frutta, bimbo di 5 anni ricoverato al 'Giovanni XXIII' con ustioni a gola e stomaco

  • Cronaca

    "Contratto fermo da 4 anni e poche tutele", scioperano le guardie giurate dei servizi aeroportuali: sit-in in Prefettura

  • Cronaca

    Bari nella top 10 del 'Benessere climatico': pochi giorni di pioggia, ma forti raffiche di vento

  • Cronaca

    Fornisce false generalità durante il controllo: arrestato il 18enne Sabino Capriati, era ricercato dopo fuga da una comunità

I più letti della settimana

  • Violento scontro tra due auto a Palese: giovane ricoverato in codice rosso, ferite altre due persone

  • Sorpreso dal proprietario durante il furto in casa, fugge a piedi: bloccato dai carabinieri

  • Trovati con droga in macchina durante il controllo, in manette due giovani incensurati di Sammichele

  • La droga da spacciare nascosta nelle mutande: 22enne in manette a Giovinazzo

  • "Paga la droga che ti ho dato", perseguita e minaccia di morte 'cliente': arrestato pregiudicato

  • Incidente ferroviario alle porte di Foggia: Frecciabianca diretto a Bari e Lecce fermo sui binari

Torna su
BariToday è in caricamento