Le 'mani dei clan' baresi sul mercato dei fiori di Terlizzi: al via il processo 'Pandora'

Oltre cento le persone coinvolte nel procedimento: tra loro numerosi presunti affiliati ai clan baresi Capriati e Diomede-Mercante. A giugno dello scorso anno il blitz

E' iniziato questa mattina, dinanzi al Tribunale di Bari, il processo 'Pandora' sulle presunte infiltrazioni mafiose nel mercato dei fiori di Terlizzi. Centoquattro le persone coinvolte nel procedimento: tra loro numerosi presunti affiliati ai clan baresi Capriati e Diomede-Mercante, colpiti duramente dopo il blitz di giugno scorso.

Secondo le indagini della Dda, i gruppi malavitosi avrebbero cercato di 'mettere le mani' sull'importante struttura del Nordbarese: i reati contestati variano dall'associazione mafiosa pluriaggravata a tentati omicidi, armi, rapine, furti, lesioni personali, sequestro di persona e violazioni della sorveglianza speciale. Il processo si è aperto con la costituzione a parte civile del Comune di Terlizzi, Federazione Nazionale Antiracket e Associazione Antiracket Puglia. La prossima udienza si svolgerà il 2 aprile. 

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

  • Schianto in Tangenziale, auto finisce contro barriere tra Poggiofranco e Carrassi: code e rallentamenti

Torna su
BariToday è in caricamento