Distretti urbani commercio, il Comune: "Pronti al rilancio, non solo via Manzoni e Manifattura"

Dopo il via libera della Regione, a finanziare il progetti, Palazzo di Città prosegue il percorso tracciato qualche mese fa. Palone: "Un nuovo modo di sviluppare attività economiche in città"

“La città di Bari è pronta a rilanciare i suoi distretti urbani del commercio" puntando su particolari zone del capoluogo, tra cui la Manifattura Tabacchi e via Manzoni. Dopo la scelta della Regione Puglia, di procedere al finanziamento dei Duc e dei progetti per realizzarli, cofinanziandoli con un importo fino a 30mila euro e accompagnandone la realizzazione, il Comune punta ad accelerare il percorso già avviato nei mesi scorsi: "E' una bella notizia per Bari - spiega l'assessore cittadino allo Sviluppo Economico, Carla Palone - che in questi mesi si è portata avanti con il lavoro, realizzando il progetto di mappatura e di comunicazione D_Bari a supporto dei futuri Duc. Abbiamo quindi contezza delle esigenze del territorio e dei cittadini, che in questa fase sono già stati coinvolti e ascoltati” . 

“A cascata, nelle prossime settimane, anche la giunta comunale siglerà un protocollo con le associazioni che richiama le linee guida e gli orientamenti del documento strategico già redatto e presentato negli spazi della Fiera del Levante lo scorso settembre - ha aggiunto l'assessore Carla Palone -. Proporremo subito alla Regione il nostro programma, che sta per entrare nella sua fase operativa di animazione territoriale, attraverso cui incontreremo direttamente gli operatori, con cui stileremo l’elenco dei progetti da candidare al bando regionale di prossima emanazione, tra questi, sicuramente avremo un focus sulla riqualificazione del mercato della ex Manifattura dei Tabacchi dove abbiamo già testato la prima sperimentazione lo scorso maggio. Lavoreremo con i commercianti di via Manzoni - ha concluso - per valutare possibili progetti di riqualificazione di spazi collettivi a disposizione delle loro attività e proveremo ad affiancare i commercianti che daranno la propria disponibilità, in un percorso di trasformazione della loro attività attraverso anche un avvicendamento generazionale che introduca un nuovo modello di fare commercio a Bari”.

“I distretti urbani del commercio rappresentano uno strumento che ci servirà per dare un sostegno concreto alle attività commerciali del territorio - ha invece spiegato il sindaco Antonio Decaro -. Il nostro obiettivo sarà quello di incentivare i commercianti, attraverso i fondi disponibili, a mettersi insieme e a costruire un progetto che guardi allo sviluppo di una intera strada o zona commerciale. Dobbiamo cogliere questa occasione per ripensare il dialogo tra città vecchia e borgo murattiano in termini di presenza delle attività commerciali di merci varie e attività food, offrire nuovi spunti attrattivi sulle zone commerciali più periferiche in modo da rappresentare una valida alternativa al centro e insistere sullo sviluppo turistico di alcune zone di Bari, penso alle ex frazioni marine, che devono adeguare i tempi di apertura delle attività commerciali e la loro offerta sulla base delle esigenze dei turisti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

Torna su
BariToday è in caricamento