Favorivano le attività del clan Di Cosola nell'hinterland barese, condannati tre affiliati

Eugenio Daddabbo, Agostino Navarra e Gaetano D'Ambrosio sono stati condannati per spaccio, associazione di stampo mafioso, spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione di armi da fuoco

Favorivano le attività criminali del clan Di Cosola nell'hinterland barese, soprattutto nelle zone di Carbonara, Ceglie del Campo, Capurso e Valenzano. La squadra mobile di Bari ha così notificato gli ordini di carcerazione per tre affiliati al sodalizio criminale, condannati dalla Corte di Appello di Bari per diversi reati. Eugenio Daddabbo, classe 82 e residente a Capurso, dovrà scontare tre anni, nove mesi e 15 giorni di reclusione per i reati di associazione di stampo mafioso, spaccio di sostanze stupefacenti, nonché per associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. In carcere anche il 50enne Agostino Navarra, di Ceglie del Campo, condannato alla pena di quattro anni, 10 mesi e 15 giorni di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni cagionate con l’uso di arma da fuoco, detenzione di armi da fuoco ed altro. 

Era invece già detenuto per altri reati, il terzo affiliato dei Di Cosola raggiunto dall'ordine di carcerazione, Gaetano D'Ambrosio. L'uomo dovrà scontare altri due mesi in carcere per i reati di associazione di stampo mafioso, spaccio di sostanze stupefacenti e associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Pedonalizzazioni e locali del 'gusto'? Via Manzoni si divide tra passato e voglia di futuro

    • Cronaca

      Negozi, ciclabile e alberi, "così cambierà corso Italia": incontro tra Comune e Fal

    • Cronaca

      Spiagge baresi sporche, scatta il piano di pulizia dell'Amiu: in arrivo 300 cestini portarifiuti

    • Cronaca

      Pane e Pomodoro, revocato il divieto alla balneazione: "Ok le analisi dell'Arpa"

    I più letti della settimana

    • Controlli a tappeto nei distributori di benzina pugliesi: "Truffati gli automobilisti"

    • Pane e pomodoro, il vento distrugge il palco del concerto: due feriti

    • Si lancia dalla finestra della sua stanza, dramma alla "Casa dello studente" nel rione Libertà

    • Da Altamura a Cardiff con una 500 vintage: la pazza impresa di 4 ragazzi per la finale di Champions

    • Blackout nella notte in città: segnalazioni da Japigia a Poggiofranco

    • Fermato con la cocaina in macchina a Picone, in manette 41enne

    Torna su
    BariToday è in caricamento